Trasferimento residenza per l’acquisto della prima casa

Un problema che accomuna quasi tutte le famiglie italiane è il trasferimento, da una abitazione ad un altra, e l’eventuale cambio di residenza che ne comporta.
Nonostante paure e titubazioni le operazioni sono veramente semplici.

Prima di tutto bisogna occuparsi del concetto di prima casa, infatti con questo termine si vuole indicare un abitazione che si trova presso la città o il paese in cui è ubicata la nostra residenza.

Avendo la prima casa si hanno agevolazioni fiscali. Si può dichiarare come prima casa, il nostro nuovo acquisto, ma saremo obbligati a trasferire la nostra residenza entro al massimo 18 mesi dalla data di acquisto dell’immobile altrimenti andranno a decadere le eventuali agevolazioni fiscali, e la nostra proprietà sarà considerata come seconda casa.

L’unica eccezione di trasferimento di residenza da una locazione ad un’altra è il caso in cui vi sia un trasferimento nello stesso comune di provincia.

Per ottenere il cambio di residenza, un operazione molto semplice, ci dovremmo recare presso il comune e portare con noi i seguenti documenti:
– documento d’identità ancora valido
– patente di guida se posseduta
– libretto di circolazione dei veicoli di proprietà- i dati catastali dell’abitazione, la superficie calpestabile, la destinazione d’uso dell’immobile
– il codice fiscale.
Sui nostri documenti verrà applicata una striscia adesiva con i dati di abitazione aggiornati, per quanto riguarda la patente, riceveremo direttamente a casa l’etichetta da applicare che ci verrà consegnata dalla motorizzazione.

Per avviare questo processo bisogna recarsi presso l’ufficio dell’anagrafe, per verificare la residenza un vigile del comune si recherà a casa nostra in giorni casuali prestabiliti per assicurarsi della nostra presenza.

Prestiti Personali Online: altri consigli

  • Chi può accedere ai prestiti Inpdap? Tutti i requisiti

    Chi può accedere ai prestiti Inpdap e come funzionano? I prestiti Inpdap sono linee di credito contraddistinte da tassi di interesse agevolati e piani di ammortamento sostenibili. Le esigenze che possono essere soddisfatte sono numerose e variano in relazione alla linea di credito esaminata. Valutiamo le diverse soluzioni disponibili, i tassi e so ...

  • Cosa sono i prestiti d’onore e come funzionano

    ...  davvero cosa sono i prestiti d’onore è la questione della durata.Il prestito d’onore deve durare almeno cinque anni. In ...  agevolazioni solo per il 10% del loro totale.Dopo la prima concessione di un’agevolazione è possibile accedere a nuove somme ...

  • Prestito Facile: pro e contro del prodotto di Banca Intesa

    ...  dalle finalità operazioni come il mutuo per l’acquisto della casa o operazioni d’investimento aziendale.Ricordiamo che questo prestito ...