Informazioni

Quali Sono le Carte Revolving Senza Busta Paga? Facciamo Chiarezza


Non disponi di un reddito fisso e vorresti comunque un accesso al credito per gestire le tue spese? Le carte revolving senza busta paga rappresenterebbero una pratica soluzione. Ma quali sono le loro caratteristiche, sono convenienti e soprattutto vi sono davvero offerte per chi non ha un reddito dimostrabile? Facciamo chiarezza.

Cosa sono le carte revolving

Le carte revolving sono particolari carte di credito che prevedono la concessione di un certo importo a disposizione del consumatore. L’utilizzatore della carta revolving può sostenere le spese in modalità rateizzata. L’importo della spesa non è soggetto a un immediato addebito ma viene sostenuto mediante rate con cadenza mensile che ricadono sul conto corrente del cliente.

Il pagamento delle rate permette la ricostituzione del fido, ossia il credito accordato al cliente. Il credito può essere così impiegato per nuovi acquisti. Con cadenza mensile il titolare della carta revolving riceverà un riepilogo dell’utilizzo.

Al cliente sarà notificato un riepilogo delle spese sostenute, il credito effettivamente usato, l’entità della rata e a quanto ammonta la somma fruibile.

Questo è il funzionamento in generale e vale quindi anche per le cosiddette carte revolving senza busta paga.

Requisiti credito revolving

Com’è facilmente prevedibile, date le caratteristiche appena esposte, questo genere di prodotti implica nella maggior parte dei casi il possesso di un reddito dimostrabile.

Il reddito è del resto il principale requisito per conseguire credito da qualunque ente erogatore. Se non si dispone di questo elemento è comunque possibile accedere al credito? Esistono carte revolving senza busta paga?

Ci sono prodotti che potrebbero rientrare sotto questa etichetta ma dobbiamo compiere alcune precisazioni prima di addentrarci nelle offerte. Non esiste il credito senza garanzie. Se non hai un reddito e vuoi che la banca ti fornisca una linea di credito, di qualunque tipo non solo le carte revolving, dovrai presentare delle garanzie alternative.

Sono diverse le opzioni a disposizione dell’utente ma questo dovrà comunque fornire un elemento adeguato a sostenere il rimborso. La banca eseguirà un’analisi del profilo creditizio dell’utente per comprendere se ha fornito requisiti adeguati.

Il cliente può presentare all’ente erogatore un garante, ossia un soggetto capace di intervenire nel processo di rimborso qualora il cliente manchi agli impegni assunti.

Il garante deve disporre di solide garanzie in termini di reddito, non potrà inoltre rientrare tra i cosiddetti cattivi pagatori. Non può quindi aver avuto problemi in linee di credito attivate. In certi casi potrà essere esaminato anche il patrimonio, immobiliare e non.

Se il richiedente non ha modo di presentare un garante, potrà comunque fornire una garanzia alternativa al reddito. Quale? Garanzie di tipo immobiliare. Sulla struttura immobiliare andrà posta una ipoteca che tuteli la banca.

Come formula di garanzia alternativa segnaliamo le rendite. L’istituto di credito può valutare delle rendite costanti e dimostrabili come soluzione in grado di compensare l’assenza del reddito.

Carte di credito senza reddito, le offerte da valutare

Quali sono le carte revolving senza busta paga? In generale, è il caso di ribadirlo, l’accettazione della richiesta, soprattutto da parte di chi non dispone di un reddito, è soggetta alla valutazione della banca. Non esistono prodotti specificatamente pensati per chi non ha reddito.

Ti segnaliamo comunque alcune banche che potrebbero essere disposte a fornire carte revolving anche a questo genere di consumatori. Carta Flexia proposta da Unicredit può essere richiesta da chi dispone di un conto corrente presso l’istituto erogatore.

Spetta alla banca stabilire se il richiedente ha delle garanzie adeguate pur non avendo validi requisiti reddituali. Non è quindi una procedura automatica l’approvazione. Se però saprai sfruttare le garanzie alternative che ti abbiamo indicato vi sono delle possibilità di finanziamento.

Riportiamo poi Mediolanum FreedomCard Advanced di Banca Mediolanum e le carte di credito di Fineco, come ad esempio Fineco Card Credit. Il prodotto di Mediolanum non è esclusivamente una carta revolving ma una carta di credito e di debito che presenta anche funzionalità revolving. Insomma uno strumento di pagamento utile sotto più versanti.

Prestiti senza busta paga

Le richieste di chi non ha un reddito dimostrabile saranno accolte solo dopo un’attenta analisi del profilo del richiedente. È tutt’altro che scontato il responso positivo della banca perché, come già ricordato, non stiamo parlando di carte concepite precisamente per chi non ha reddito. In qualche modo può risultare persino fuorviante parlare di carte revolving senza busta paga.

Se la domanda non dovesse andare a buon fine ti consigliamo di valutare delle alternative. Per cattivi pagatori e quanti non dispongono di un reddito, sono infatti disponibili i prestiti senza busta paga. In questa nostra guida potrai trovare maggiori dettagli.

Informazioni
Mutui dipendenti pubblici: come accedervi e fare domanda
Informazioni
Offerta prestiti personali Banca di Arborea condizioni e tassi
Informazioni
Prestiti personali per pensionati: come funzionano e chi li offre