Guide

Come funziona il prestito con delega?


Come funziona il prestito con delega? Si tratta di un finanziamento a tasso fisso, le cui rate mensili vengono prelevate da parte del datore di lavoro sulla busta paga e sono quindi versate all’istituto di credito erogatore fino all’estinzione del debito. L’importo così conseguito può essere impiegato per qualunque finalità, dalla ristrutturazione della casa all’acquisto dell’auto.

Che cos’è il capitale lordo mutuato? Questo elemento si consegue sommando il capitale richiesto a interessi, costi inerenti alle assicurazioni rischio vita e rischio impiego, spese accessorie, marche da bollo notifiche e costi di intermediazione. Il cliente può in tal modo ammortizzare gli oneri del finanziamento per l’intera dilazione del prestito.

La rata non può, in ogni caso, superare il 40% dello stipendio netto. Il piano di rimborso del finanziamento ha una durata variabile, si va da un minimo di 24 a un massimo di 120 mensilità. L’importo della rata resta fisso per l’intera dilazione malgrado le potenziali variazioni dello stipendio mensile.

Come funziona il piano di ammortamento? L’estinzione del prestito con delega si realizza entro un periodo predefinito, con la riduzione del debito residuo aumenta la quota capitale e diminuisce invece la quota interessi. Il piano di ammortamento è un documento che viene allegato al contratto e riporta il debito residuo del finanziamento alla scenda di ogni rata.

Quali sono i costi associati al prestito con delega? Dovrete tenere conto dei seguenti aspetti: T.A.N. (Tasso Annuo Nominale), T.E.G. (Tasso Effettivo Globale), T.A.E.G. (Tasso Annuo Effettivo Globale) e T.F.R – Trattamento di Fine Rapporto.

Guide
È Possibile Avere Prestito e Mutuo Insieme? Cosa Fare, Guida
Guide
Mutuo Bancario
Guide
Migliori offerte prestiti personali marzo 2014: ecco quali sono