Conto deposito Intesa SanPaolo

Cos’è l’offerta conto deposito Intesa Sanpaolo e come si articola

Offerta Intesa SanPaolo conto deposito

I conti deposito hanno visto una diffusione molto importante negli ultimi anni, in quanto rappresentano delle alternative a bassissimo rischio. Per quanto riguarda l’offerta conto deposito Intesa SanPaolo non esistono delle soluzioni che rispondono perfettamente a questa definizione.

Tuttavia i risparmiatori che si rivolgono a Intesa SanPaolo possono comunque usufruire di alternative per tutelare il proprio denaro. Scopriamone in dettaglio le caratteristiche e le relative potenzialità.

Le alternative ai conti deposito

Che cosa è il Buono d’Ordine? Si tratta di un’alternativa per chi cerca un conto Intesa SanPaolo ed è intenzionato a tutelare i propri risparmi. Ripetiamo che non si tratta di un conto deposito classico, ma il funzionamento è molto simile.

Il titolare, che deve avere comunque un conto presso Intesa SanPaolo. Il funzionamento alla base del buono d’ordine è quello di vincolare parte della somma presente sul conto. Vincolo che viene effettuato senza l’obbligo di aprire un conto titoli.

Quando si parla di conto deposito Intesa SanPaolo o di alternative molto simili si inquadra soprattutto il Buono d’Ordine. Quali sono le specifiche di funzionamento?

  • Possibilità di vincolare un importo minimo di 1000 euro e un importo massimo di 100 mila euro.
  • La durata del vincolo che può andare da un mese ai due anni.
  • Tasso d’interesse è variabile, a seconda della durata del vincolo.

Non sono previste spese per l’accensione del buono. Alla scadenza del vincolo la somma non è più vincolata e torna ad essere evidenziata nel conto o nel libretto nelle ordinarie partite contabili. Insieme all’importo del Buono d’Ordine vengono accreditate anche le somme corrisposte a titolo di interessi.

I libretti di risparmio

Quanti sono alla ricerca di una soluzione alternativa ai conto deposito Intesa SanPaolo possono optare per i libretti. Sono due i prodotti da tenere in considerazione: Libretto Flash e Libretto Pensione PerTe.

Nel primo caso si tratta di libretti dedicati ai ragazzi con meno di 18 anni e prevedono un’alta remunerazione delle somme presenti sul libretto. Somme che possono arrivare al massimo a 4999 euro. Fino al compimento del 18esimo anno i titolari di Libretto Flash hanno diritto ad un tasso di interesse pari all’1%.

Il Libretto Pensione PerTe invece è un prodotto a costo zero pensato per i titolari di pensione. L’unico costo da sostenere è rappresentato dall’imposta di bollo.

Per maggiori informazioni sui conti deposito, vi invitiamo a visitare l’articolo “Conto deposito migliore 2015: qual è? Come ottenerlo?”.

PrestitiPersonali.com: ultime notizie

Guida alla simulazione prestito Inpdap in ammortamento. Come effettuare il calcolo Come simulare un prestito Inpdap 2018 I prestiti Inpdap rappresentano un’importante opportunità di accesso al credito a tassi di interesse agevolati. Poiché è l’ente previdenziale a concedere il finanziamento, infatti i tassi di interesse sono molto al di sotto delle medie di mercato. Per valutare nel dettaglio l’offerta è possibile inoltre sfruttare il simulatore prestito Inpdap in ammortamento messo a disposizione dall’Inps. Si tratta di un’applicazione online che permette di effettuare la...
Condizioni e vantaggi del prestito pluriennale diretto Inps Inpdap Mini guida al prestito pluriennale diretto Inpdap Il prestito pluriennale diretto Inps è una forma di finanziamento agevolato concesso dalla Gestione ex Inpdap dell’Inps in favore di dipendenti e pensionati pubblici. Si tratta di un finanziamento pensato per aiutare quanti si trovano a dover affrontare spese importanti, come l’acquisto della prima casa di un’auto. A differenza di quanto accade con il piccolo prestito, il prestito pluriennale Inps ex Inpdap viene concesso solo per specifiche ...
Scopri i prestiti Inps dipendenti scuola per insegnanti e direttori scolastici Prestiti Inps ex Enam 2018: condizioni e beneficiari Quando si parla di prestiti agevolati si fa solitamente riferimento a prodotti dedicati a dipendenti e pensionati della pubblica amministrazione. Finanziamenti concessi dall’Inps che grazie alla posizione previdenziale del richiedente danno accesso al credito a tassi vantaggiosi. A differenza di quanto si potrebbe pensare però anche gli insegnanti possono ottenere prestiti agevolati. Si tratta dei prestiti Inps dipendenti scuola. I prestit...