News

Perché scegliere prestiti personali da privati online


Come funziona il prestito tra privati

Con la crisi economica sono in molti ad aver bisogno di un prestito personale con il quale far fronte a necessità economiche e spese inaspettate. Non tutti coloro che hanno necessità di denaro però desiderano rivolgersi a banche o finanziarie. In questo caso è possibile ricorrere ai prestiti personali da privati.

Si tratta di prestiti che a differenza dei tradizionali finanziamenti che si possono richiedere attraverso i canali bancari non prevedono l’intervento di una banca o una finanziaria. I prestiti personali da privati infatti sono prodotti in cui sia il beneficiario che il prestatore sono soggetti privati.

Sebbene sia previsto l’intervento di società di intermediazione, nei prestiti da privati il denaro non viene prestato da un istituti di credito bensì da persone. È questo quindi il meccanismo alla base del social lending.

Si tratta di una forma di prestito che data l’assenza di istituti di credito presenta condizioni di rimborso vantaggiose. Non essendo una banca a prestare il denaro infatti i tassi di interesse applicati nel social lending sono inferiori rispetto a quelli pattuiti in un normale prestito personale. Lo stesso vale per le spese accessorie e per gli altri costi applicati al finanziamento.

Prestiti tra privati sicuri 2017

Ma i prestiti personali da privati sono sicuri? Una domanda che si pongono i tanti che prendono in considerazione questa tipologia di finanziamenti. La risposta è sì, a condizione però che ci si rivolga a delle società serie e che hanno ottenuto l’autorizzazione ad operare nel nostro Paese.

Al momento sono tre gli istituti che hanno ricevuto l’autorizzazione della Banca d’Italia. Stiamo parlando di Prestiamoci, Smartika e Soisy. Questi istituti sono da considerarsi sicuri sia per i prestatori che per i richiedenti.

Questo perché oltre ad essere sotto la supervisione di Bankitalia, solitamente questi istituti applicano delle forme di tutela per i propri clienti. Per fare un esempio, è una pratica frequente che la società di social lending scelga di valutare il livello di affidabilità del richiedente.

Ad ogni richiedente viene assegnato un rating, ossia un punteggio che indica il suo livello di affidabilità. Maggiore è il rating e più basso è il tasso d’interesse. Ma vediamo quali sono le condizioni applicate ai prestiti tra privati.

Calcolo prestiti online

Ora che abbiamo visto quali sono le caratteristiche generali dei prestiti personali da privati passiamo alla questione dei tassi. Per valutare effettivamente la convenienza delle offerte di prestiti tra privati abbiamo scelto di effettuare delle simulazioni. Per farlo abbiamo sfruttato i vari calcolatori messi a disposizione dalle varie società di social lending.

Ipotizziamo di richiedere un prestito personale da 5 mila euro da ripagare in 3 anni. Per vedere quale società di social lending propone le condizioni migliori abbiamo scelto di effettuare la stessa simulazione su ogni portale di social lending.

Iniziamo con i prestiti offerti dalla società di social lending Prestiamoci. A fronte di un prestito da 5 mila euro da ripagare in 36 mesi il tasso d’interesse (Tan) applicato è pari a 4,81%. Il Taeg invece si attesta al 7,96%.

Per quanto attiene alla rata mensile da corrispondere, Prestiamoci prevede pagamenti periodici di importo pari a 155,95 euro. Complessivamente quindi il beneficiario deve rimborsare 5.614,20 euro.

Passiamo alle condizioni applicate da Smartika. In questo caso la rata mensile da rimborsare è compresa tra un minimo di 157,40 euro e un massimo di 167,50 euro. Anche il Taeg è compreso tra un intervallo di valori. Si va da un minimo del 5,8% a un massimo del 10,4%.

Chiudiamo il nostro approfondimento sui prestiti personali da privati con la simulazione effettuata sul portale di Soisy. In questo caso a fronte di un finanziamento di 5 mila euro da rimborsare in 3 anni è prevista una rata mensile compresa tra 152,49 euro e 172,26 euro. Allo stesso modo Tan e Taeg sono compresi rispettivamente tra il 5,50% e il 14,00% e tra il 6,34% e il 15,57%.

News
Mutui non pagati cosa succede e quando si rischia la casa
Informazioni
Tutto sui prestiti con contratto a tempo determinato 2017
News
Modulo SECCI e Polizze: irregolarità rilevate da Altroconsumo