Prestiti personali senza busta paga e garante

Prestiti personali senza busta paga e garanzie

Prestiti senza busta paga né garante 2018

La crisi ha prodotto due fenomeni che hanno riscritto i mercati finanziari, da una parte si sono ridotte le garanzie che possono esibire i clienti, dall’altra sono aumentate le richieste di accesso al credito. Per questo banche e finanziarie hanno riscritto la propria offerta, assicurando soluzioni fino a qualche anno fa impensabili, tra cui appunto i prestiti personali senza busta paga e garante.

Prima di parlare delle varie soluzioni di accesso al credito tramite prestiti senza busta paga e garante è necessario chiarire cosa sono. I prestiti senza busta paga sono quei finanziamenti disponibili anche per lavoratori atipici, disoccupati e casalinghe. Rientrano nella platea dei prestiti senza busta paga anche i lavoratori autonomi. Soggetti che non possono contare su una busta paga e che, soprattutto nei primi anni di attività, possono incontrare problemi nell’accesso al credito.

I prestiti senza busta paga sono quindi pensati per chi non ha un reddito fisso dimostrabile, ma questo non significa che non richiedano la presenza di garanzie. Solitamente i prestiti senza busta paga interessano somme non molto alte.

Questo perché banche e finanziarie sono poco propense a concedere denaro a soggetti con un alto profilo di rischio, data la mancanza di un’entrata regolare. Tuttavia rientrando nella categoria dei prestiti personali, i finanziamenti senza busta paga possono raggiungere anche importi elevati.

I prestiti senza busta paga rappresentano la migliore soluzione di l’accesso al credito per autonomi e lavoratori atipici. Se si fa parte invece della categoria degli studenti, è preferibile scegliere il prestito d’onore. Una speciale linea di credito pensata per portare a termine percorsi universitari o post-universitari.

Le garanzie

Nonostante si parli di prestiti personali senza busta paga e garante, per ottenere un prestito è comunque necessario presentare delle garanzie. Garanzie che devono essere adeguate a coprire il rischio di insolvenza assunto dall’ente erogatore.

In assenza di una busta paga e di un garante, si può presentare alla banca un immobile da ipotecare, oppure un altro bene immobile (terreno edificabile o agricolo) o mobilie (purché il valore sia corrispondente a quello del finanziamento concesso).

Sono spesso accettati come garanzie anche i profitti espressione di un eventuale canone di locazione. In altre parole, i soggetti proprietari di una casa che ne percepiscono un canone di affitto possono presentare tale rendita come garanzia. Affinché la richiesta di finanziamento venga accolta è necessario dimostrare che la suddetta rendita verrà percepita per tutto il rimborso.

Ovviamente se a richiedere il prestito è un lavoratore autonomo, la garanzia sarà rappresentata dal reddito percepito. In sede di domanda quindi si dovrà presentare la dichiarazione dei redditi o il Modello Unico. Tuttavia la presenza di un reddito non comporta la certezza di ottenere il finanziamento.

La banca infatti può comunque richiedere la presenza di garanzie aggiuntive, al fine di tutelarsi dal rischio di insolvenza. Ipotesi che spesso prevede l’intervento di un coobbligato, ossia di un garante. Parlando di prestiti personali senza busta paga e garante però è possibile optare per una polizza vita che ha come beneficiario l’istituto di credito.

Finanziamenti con ipoteca sulla casa

In alternativa i lavoratori autonomi, o atipici, possono ottenere prestiti personali senza busta paga e garante accendendo un’ipoteca sulla casa di proprietà. Soluzione che ovviamente possono adottare anche casalinghe e disoccupati.

In questo caso è l’immobile a fare da garanzia e in caso di mancato pagamento la banca potrà rifarsi su di esso. È necessario chiarire che non sempre gli istituti di credito sono disposti a concedere prestiti con garanzia ipotecaria.

Questo perché se il valore del prestito è molto inferiore al valore dell’immobile oggetto, non sarà possibile accendere un’ipoteca sull’intero immobile. Di conseguenza in caso di mancato pagamento diventa difficile per la banca rientrare del denaro. In altre parole, solitamente i prestiti personali senza busta paga e garante sono concessi solo se si riguardano importi elevati.

Quando si parla di prestiti senza busta paga con garanzia ipotecaria è necessario fare riferimento al prestito vitalizio ipotecario. Si tratta di una particolare forma di accesso al credito che consente di ottenere denaro concedendo la casa come garanzia.

Non sono richieste altre garanzie e il finanziamento è accordato anche a quanti non percepiscono alcun reddito. Questo perché i prestiti vitalizi ipotecari non prevedono rimborso da parte del proprietario dell’immobile che riceve denaro senza doverlo restituire. Alla sua morte l’immobile ipotecato passerà alla banca, che lo venderà per rientrare del denaro. Tuttavia gli eredi del proprietario possono opporsi e scegliere di rientrare in possesso della casa, ripagando completamente il debito.

Finanziamenti a cattivi pagatori 2017

Diversa la questione quando a richiedere prestiti personali senza busta paga e garante sono soggetti segnalati come cattivi pagatori. In questo caso infatti l’accesso al credito diventa più complesso, poiché il rischio di insolvenza cresce ulteriormente.

Per ottenere credito i cattivi pagatori che non possono contare su una busta paga né su un garante hanno due sole possibilità. Il prestito tra parenti e il prestito su pegno. Il primo è una pratica molto diffusa in Italia e prevede la concessione di un prestito da parte di un familiare. La legge non impone la forma scritta, ma per tutelarsi è consigliabile stipulare una scrittura privata.

I prestiti su pegno invece sono prodotti concessi da banche e finanziarie, ma ormai non molto diffusi. La logica alla base del prestito è che il richiedente presenta come garanzia un oggetto di valore che viene impegnato. In caso di mancato pagamento il suddetto bene passa all’istituto che ha concesso il prestito. Il tasso d’interesse è fisso, ma poco competitivo. La somma finanziabile invece varia a seconda dell’oggetto presentato come garanzia. L’erogazione è pressoché immediata.

Ricordiamo che i lavoratori autonomi e atipici che sono segnalati come cattivi pagatori possono anche ricorrere ai prestiti con cambiali. Opzione che però è accessibile solo a condizione di disporre di garanzie elevate.

Chi li concede

Ma chi concede prestiti personali senza busta paga e garante? Sono diversi gli istituti che erogano prodotti di questo tipo. Findomestic, ad esempio, fornisce finanziamenti adatti alle differenti esigenze dei beneficiari. Si possono ottenere somme anche elevate, il limite fissato per i prestiti personali infatti è fissato a 60mila euro.

Da consultare anche il portale di Compass, altra società che presenta prestiti senza busta paga a condizioni piuttosto convenienti. Senza contare Unicredit che vanta una vasta gamma di finanziamenti, inclusi quelli su pegno.

Ricordiamo infine che, come già accennato, gli studenti possono contare sui prestiti d’onore. Prodotti che consentono di ottenere denaro con il quale finanziarie le spese legate al percorso di studi. Tra le spese finanziabili quindi troviamo anche quelle relative all’alloggio.

I prestiti d’onore per studenti sono molto diffusi. Tra i vari istituti che li concedono ricordiamo Banca Intesa San Paolo e Unicredit. La somma massima finanziabile si aggira solitamente intorno ai 20 mila, che devono essere rimborsati una volta finito il percorso di studi.

PrestitiPersonali.com: ultime notizie

Scopri i migliori prestiti senza cessione del quinto del 2018 Oggi è possibile informarsi sui prestiti in maniera molto semplice e rapida, scegliendo per esempio di richiedere prestiti senza cessione del quinto per protestati e cattivi pagatori. Prestiti personali online senza la cessione del quinto I prestiti senza cessione del quinto comprendono diverse alternative di accesso al credito, tra le quali è possibile includere i prestiti personali online (un ottimo esempio al proposito sono i prodotti finanziari messi a disposizione da Findomestic e Agos Du...
Come funzionano i prestiti senza reddito e garanzie Prestiti senza reddito e senza garanzie 2018 È possibile ottenere prestiti senza reddito e garanzie? Una domanda che senza dubbio interessa quanti hanno bisogno di un finanziamento e non possono contare su un reddito dimostrabile o su garanzie alternative. Si tratta senza dubbio di un’impresa difficile da compiere, ma non impossibile. Di solito infatti quando si presenta una richiesta di prestiti senza reddito e garanzie l’istituto di credito richiede la presentazione di garanzie che risulti...
Mini guida ai prestiti personali per chi non ha busta paga Come ottenere un prestito senza busta paga nel 2018 Negli ultimi anni banche e finanziarie hanno irrigidito i criteri da rispettare per ottenere prestiti personali. Tra i principali requisiti da soddisfare c’è la presenza di un reddito dimostrabile, solitamente rappresentato da una busta paga. Tuttavia nel mercato attuale vi sono ancora diverse offerte di prestiti personali per chi non ha busta paga. Si tratta dei cosiddetti prestiti senza busta paga, linee di credito dedicate a chi non può ...