Trasferimento residenza per l’acquisto della prima casa

Un problema che accomuna quasi tutte le famiglie italiane è il trasferimento, da una abitazione ad un altra, e l’eventuale cambio di residenza che ne comporta.
Nonostante paure e titubazioni le operazioni sono veramente semplici.

Prima di tutto bisogna occuparsi del concetto di prima casa, infatti con questo termine si vuole indicare un abitazione che si trova presso la città o il paese in cui è ubicata la nostra residenza.

Avendo la prima casa si hanno agevolazioni fiscali. Si può dichiarare come prima casa, il nostro nuovo acquisto, ma saremo obbligati a trasferire la nostra residenza entro al massimo 18 mesi dalla data di acquisto dell’immobile altrimenti andranno a decadere le eventuali agevolazioni fiscali, e la nostra proprietà sarà considerata come seconda casa.

 

Richiedi gratis il preventivo in 5 minuti

L’unica eccezione di trasferimento di residenza da una locazione ad un’altra è il caso in cui vi sia un trasferimento nello stesso comune di provincia.

Per ottenere il cambio di residenza, un operazione molto semplice, ci dovremmo recare presso il comune e portare con noi i seguenti documenti:
– documento d’identità ancora valido
– patente di guida se posseduta
– libretto di circolazione dei veicoli di proprietà- i dati catastali dell’abitazione, la superficie calpestabile, la destinazione d’uso dell’immobile
– il codice fiscale.
Sui nostri documenti verrà applicata una striscia adesiva con i dati di abitazione aggiornati, per quanto riguarda la patente, riceveremo direttamente a casa l’etichetta da applicare che ci verrà consegnata dalla motorizzazione.

Per avviare questo processo bisogna recarsi presso l’ufficio dell’anagrafe, per verificare la residenza un vigile del comune si recherà a casa nostra in giorni casuali prestabiliti per assicurarsi della nostra presenza.

Prestiti Online: ultime notizie

Scrittura privata prestito tra privati: cosa deve contenere e perché conviene La scrittura privata prestito tra privati è una tutela molto importante. Stilarla significa infatti chiarire fin da subito le condizioni di rimborso di un prestito tra due persone fisiche. Scrittura privata prestiti infruttiferi: di cosa si tratta La scrittura privata prestito tra privati ha il medesimo valore di un contratto. Si tratta di un documento che può essere redatto e sottoscritto senza bisogno dell’ausilio di un notaio.Attraverso i contenuti del medesimo le parti, esplicitando i ...
Risparmiare sul mutuo 2017: i consigli da non perdere Risparmiare sul mutuo è il sogno di qualsiasi cliente. Come realizzarlo? Tenendo conto di alcuni semplici consigli. Il primo consiste nel chiarire la differenza tra TAN e TAEG.Con la prima sigla si intende l’interesse puro. Con la seconda, invece, il tasso effettivo globale annuo. Il TAEG comprende infatti tutte le spese del prestito, ed è un valido indicatore per capire se un prodotto è più conveniente di un altro. Risparmiare sui mutui casa: attenzione alla tipologia di tasso Per risparm...
Prestiti dipendenti pubblici Inpdap 2017: le soluzioni in convenzione I prestiti dipendenti pubblici Inpdap comprendono sia soluzioni messe a disposizione dall’ente previdenziale, sia prodotti in convenzione. Nel secondo caso si tratta di prestiti a tasso agevolato offerti da istituti di credito esterni. Prestiti dipendenti pubblici ex Inpdap 2017: il piccolo prestito I prestiti dipendenti pubblici Inpdap sono pensati per soddisfare diverse esigenze. Chi ha bisogno di accedere al credito per necessità immediate può fare riferimento al piccolo prestito.Riserv...
Mutui 2017: meglio a tasso fisso o variabile? Gli scenari previsti dagli esperti Per i mutui 2017 è meglio il tasso fisso o quello variabile? Per chi si fa questa domanda potrebbe arrivare una sorpresa dalle previsioni degli esperti. Secondo un’analisi effettuata da Mutui.it e Facile.it, il 2017 potrebbe essere l’anno perfetto per il mutuo a tasso misto. Vediamo perché. Mutuo nel 2017: le previsioni per il tasso fisso Ivan Cresto, responsabile dell’unità di business di Mutui.it e Facile.it, è stato molto chiaro con chi sta scegliendo mutui 2017. Prima di prendere la decisi...
Migliore Banca Online: Qual è e caratteristiche dell’offerta Sono in molti a sostenere che la cosidetta "spersonalizzazione" dei servizi bancari non piace ai clienti ma, statistiche alla mano, la realtà è ben diversa. Infatti, sembra che anche il correntista più tradizionale e "vecchio stampo" preferisca di gran lunga operare via web che dover accedere alla filiale della propria banca. La domanda di servizi online è talmente cresciuta da determinare un inaspettato incremento delle e-bank. Però, ci sono e-bank ed e-bank. Se è vero che il cliente si è infor...