Calcolo cessione del quinto: come trovare la rata?





Calcolo cessione del quinto stipendio e pensione

La cessione del quinto dello stipendio o della pensione è una delle forme di finanziamento più utilizzate per l’accesso al credito. Si tratta di una di prestito caratterizzata da un piano di ammortamento con rate mensili decurtate direttamente dalla busta paga o dallo stipendio del beneficiario. Ma vediamo nel dettaglio come funziona il calcolo cessione del quinto.

La cessione del quinto è una forma di prestito personale regolamentata dal DPR 180/50 ed è accessibile esclusivamente a lavoratori dipendenti e pensionati. Ossia di coloro che possono vantare un reddito dimostrabile derivante da lavoro.

La caratteristica fondamentale della cessione del quinto è che, come suggerisce il nome, la rata mensile può avere un importo massimo pari alla quinta parte dello stipendio o della pensione percepita dal beneficiario del finanziamento. rientrando nella categoria dei prestiti non finalizzati, la cessione del quinto non richiede giustificativi di spesa come preventivi o fatture.

Calcolo piano ammortamento cessione del quinto

Grazie alla sua particolare struttura, sono posti a garanzia della cessione del quinto lo stipendio o la pensione percepita dal beneficiario. Il rimorso delle rate inoltre non avviene ad opera del richiedente, bensì al datore di lavoro o dell’ente previdenziale che eroga la pensione.

La rata mensile verrà infatti trattenuta direttamente alla fonte dal datore di lavoro o dall’ente pensionistico, che si impegnano poi a versata alla banca che eroga il prestito. Caratteristica che consente di erogare finanziamenti su cessione del quinto anche ai soggetti segnalati come cattivi pagatori.

Cerchi un prestito online?

Scegli il tuo prestito fra 40 banche, è gratis

Tuttavia per ridurre il rischio di insolvenza, la normativa di riferimento prevede la sottoscrizione di una polizza assicurativa obbligatoria contro il rischio vita o il rischio impiego (quest’ultima solo per i lavoratori dipendenti). Ma come si calcola la rata del finanziamento?

Calcolo ammortamento cessione del quinto: come trovare rata e montante

Per effettuare correttamente il calcolo cessione del quinto è necessario innanzitutto prendere in considerazione lo stipendio o la pensione effettivamente percepita dal richiedente, ossia al netto delle tasse. Una volta definito il reddito netto, questo va diviso per 5, il risultato sarà la rata massima applicabile al finanziamento.







A questo punto è necessario moltiplicare la rata ottenuta per la durata del piano di ammortamento, espressa in mesi. Il risultato della moltiplicazione corrisponde al “montante”, ossia l’ammontare complessivo che di dovrà restituire. Nel montate sono comprese sia la quota capitale che gli interessi e le altre spese legate alla concessione del prestito.

È chiaro quindi che per ottenere l’importo netto erogato, al montante si dovranno sottrarre tutte le spese del finanziamento, incluse quelle per le assicurazioni, per l’istruttoria e le commissioni di mediazione. Proponiamo di seguito un esempio di calcolo cessione del quinto.

Stipendio netto € 1.200,00

Rata massima € 1.200,00/5 = 240,00

Durata rimborso 48 mesi (4 anni)

Montante: € 240,00* 48 mesi = € 11520,00

Sei alla ricerca di un prestito?

Compara i preventivi di 40 banche, è gratis

 







PrestitiPersonali.com: ultime notizie

Scopri le agevolazioni per prima casa e come ottenerle Guida alle agevolazioni prima casa 2018 La prima casa è l’immobile in cui un soggetto vive abitualmente. Caratteristica che rende questo immobile fondamentale per la vita di un individuo dato che rappresenta la sua residenza. Al fine di incitare i contribuenti all’acquisto di immobili lo Stato propone diverse agevolazioni per prima casa. Quando si compra la prima casa infatti è possibile godere di diverse le agevolazioni. Prima su tutte l’applicazione di condizioni migliori per quanto riguar...
Contact Center orari e numero telefono Inps da rete fissa e cellulare Inps numero telefono da rete fissa e cellulare Con la soppressione dell’Inpdap tutte le prestazioni dedicate a dipendenti e pensionati pubblici sono passate di competenza dell’Inps. Ora quindi l’Istituto si occupa della previdenza sia dei lavoratori pubblici che di quelli privati, oltre a fornire prestazioni e sussidi a quanti si trovano in difficoltà. Una situazione che può creare confusione nella mente dei contribuenti. Quanti si trovano in difficoltà possono però utilizzare il numero telefon...
Come si diventa cattivo pagatore e richiedere la cancellazione dal CRIF Ecco come si diventa un cattivo pagatore Come si diventa cattivo pagatore? Una domanda che senza dubbio si pongono quanti si trovano a dover far fronte al pagamento di vari finanziamenti e non riescono a rispettare le scadenze. Basta il ritardo di una o due rate di ammortamento per ritrovarsi segnalato come cattivo pagatore. Uno status che può rendere difficile l’accesso al credito. I soggetti che sono indicati come cattivi pagatori nelle liste SIC (Sistemi di Informazioni Creditizie) sono c...