Prestiti Veloci

Notizie in evidenza - Approfondisci questa tematica
Approfondisci questa tematica: Prestiti Veloci

Prestiti veloci: guida per ottenere un prestito in 24 ore

Cosa sono i prestiti veloci?Sono linee di credito che danno accesso a liquidità in tempi molto brevi. Prodotti pensati per chi si trova a dover fronteggiare spese impreviste o improvvise.

Concessi sia da istituti di credito tradizionali che online, solitamente i prestiti veloci interessano somme relativamente basse (non oltre i 5 mila euro) e non richiedono la presentazione di molte garanzie. Caratteristiche che sono alla base del loro successo.

I tempi di erogazione possono variare da banca a banca, ma in linea di massima la concessione del prestito avviene in 24- 48 ore.

Come richiedere un prestito veloce

La procedura per richiedere un prestito veloce ricalca quella prevista per un tradizionale prestito personale. In sede di domanda il richiedente deve presentare i documenti anagrafici e reddituali.

Poiché si tratta di finanziamenti che interessano somme piuttosto basse, generalmente a chi può vantare un reddito dimostrabile non sono richieste ulteriori garanzie. Chi non dispone di un reddito da lavoro, dovrà invece produrre la documentazione attestante la presenza di una garanzia alternativa.

I documenti standard da presentare in sede di domanda sono:

  • copia di un documento d’identità in corso di validità;
  • copia della tessera sanitaria o del codice fiscale;
  • ultime due buste paga percepite, cedolino pensionistico o copia del Modello Unico riguardante l’ultima dichiarazione dei redditi.

Prestito veloce online

Sono molti gli istituti online che concedono prestiti veloci. Le modalità di erogazione e rimborso non variano rispetto ai finanziamenti che si possono reperire nel mercato tradizionale.

Il principale vantaggio di scegliere i prestiti online è dato dalla riduzione dei tempi necessari per la presentazione e la valutazione della richiesta. A questo si aggiunge la possibilità di trasmettere i documenti in formato digitale. L’invio può essere effettuato in qualsiasi momento, senza dover sottostare quindi agli orari di ufficio tipici delle banche tradizionali.

Finalità prestito veloce

I prestiti veloci rientrano nella categoria dei prestiti personali non finalizzati. Non vi sono perciò limitazioni per quanto riguarda l’utilizzo del credito: chi ottiene il prestito potrà usare il denaro concesso dalla banca per far fronte a spese di ogni tipo.

Tali prodotti si prestano quindi a qualsiasi esigenza, dall’acquisto di un’auto alle spese mediche.

Differenza con altre tipologie di prestito

La principale differenza tra i prestiti veloci e le altre forme di prestito presenti sul mercato è rappresentata dai tempi di concessione. I finanziamenti veloci consentono di ottenere liquidità nel giro di 24- 48 ore, mentre solitamente i tempi per l’erogazione del credito sono più estesi.

Altra importante differenza riguarda la somma massima finanziabile. I prestiti veloci infatti permettono di ottenere poche migliaia di euro, mentre con un tradizionale prestito personale si possono ottenere anche oltre i 20 mila euro.

Trattandosi di prestiti non finalizzati poi non vi sono condizioni da rispettare in merito all’utilizzo del denaro concesso. Se paragonati con i prestiti finalizzati quindi, i prestiti personali veloci risultano più duttili.

Ricordiamo infatti che richiedendo un prestito finalizzato, il debitore deve utilizzare il denaro richiesto per l’acquisto di determinati beni o servizi, come specificato in sede di domanda. Questo non accade con i prestiti veloci, che permettono al beneficiario di utilizzare la somma erogata a proprio piacimento.

Va poi ricordato che spesso i prestiti finalizzati prevedono che il denaro non sia versato al richiedente, bensì ad un intermediario. Ruolo che viene generalmente interpretato dall’esercente presso cui si desidera acquistare un bene o un servizio. Si pensi ad esempio ai prestiti auto, in cui il denaro viene corrisposto direttamente al concessionario.

I prestiti personali veloci prevedono invece che la banca o società finanziaria versi il denaro al richiedente. Transazione che può avvenire tramite accredito su conto corrente o con altri metodi.

Tempi attesa erogazione prestito veloce

I prestiti veloci richiedono generalmente uno o due giorni per la concessione del credito. Tempistiche che vanno considerate dall’approvazione della richiesta.

Quando si parla di prestiti in 24 ore quindi tale periodo si considera non a partire dal momento in cui si presenta la domanda, ma da quando viene approvata.

Per ridurre il più possibile i tempi di concessione di un finanziamento è consigliabile, quindi, provvedere il prima possibile alla presentazione dei documenti reddituali. Questi sono determinanti per la valutazione della domanda di prestito.

Quanti non dispongono di un reddito dimostrabile, dovranno presentare la documentazione attestante la presenza di garanzie alternative.

Come richiedere un preventivo

I finanziamenti veloci non differiscono dai tradizionali prestiti personali per quanto riguarda la richiesta di preventivi. Una volta selezionata la banca presso la quale si desidera richiedere il finanziamento sarà sufficiente presentarsi presso una filiale con i propri documenti anagrafici e reddituali. Nel giro di circa 24 ore l’istituto di credito sarà in grado di fornire un preventivo personalizzato.

I tempi si accorciano quando ci si rivolge ad istituti online, che in alcuni casi forniscono preventivi nell’arco di poche ore. Alcune banche e società finanziarie che operano online, permettono poi di effettuare preventivi direttamente tramite il proprio sito senza bisogno di inviare alcun documento. In tal caso però si tratta di preventivi puramente indicativi.

Assicurazione prestito veloce

Gli istituti di credito consentono ai clienti di associare ai finanziamenti delle polizze assicurative. Coperture che hanno lo scopo di tutelare il beneficiario in caso di difficoltà nel rimborso delle rate di ammortamento. Al momento della sottoscrizione del prestito è quindi possibile sottoscrivere anche una polizza a garanzia del credito.

Generalmente le polizze relative ai prestiti coprono sia in caso di perdita del posto di lavoro, che di infortuni o morte.

Prestiti veloci senza garanzie

Quando l’importo richiesto è particolarmente basso, è possibile ottenere anche prestiti veloci senza garanzie. A differenza di quanto si potrebbe pensare, questa denominazione non indica l’assenza di garanzie, bensì la mancanza di garanzie oltre al reddito del richiedente.

Se la banca ritiene il reddito sufficiente a garantire il regolare rimborso del prestito, non è necessaria la presentazione di ulteriori garanzie, quali ad esempio la fideiussione di un soggetto terzo.

I piccoli prestiti veloci rappresentando ad oggi una delle categorie di prestito più richieste dai clienti che hanno necessità di ottenere piccole somme di denaro utili a fronteggiare spese impreviste.

Finanziamenti con un importo limitato da un minimo di 1.000 euro fino a un massimo di 5.000 mila euro che vengono erogati con molta più rapidità dalle banche e istituti di credito, finalizzati a soddisfare piccole necessità del richiedente.

I piccoli prestiti veloci possono essere erogati dietro la presentazione delle garanzie richieste dalle banche come il cedolino pensione, modello CUD o busta paga del richiedente ma spesso possono essere ottenuti anche senza la necessità di alcuna garanzia.

I piccoli prestiti veloci concessi dalle banche presentano tassi di interesse che possono essere contenuti tra l’8 e il 10% a fronte di garanzie certificate alla banca, mentre i tassi applicati in caso di richiesta di piccoli prestiti senza alcuna garanzia sono quasi ai limiti soglia stabiliti per legge.

Tassi di interesse particolarmente alti in quanto maggiore è il rischio di insolvenza da parte del cliente per le banche, nonostante i tassi particolarmente elevati però questa tipologia di finanziamenti rappresentano l’unica via di accesso al credito per molti clienti.

I piccoli prestiti veloci rispetto ad altra tipologie di finanziamento risultano più flessibili in quanto le banche tendono ad erogare il prestito nonostante non ci siano le dovute garanzie, ma non per questo però non sono necessarie garanzie alternative per ottenere il prestito.

Tra le principali tipologie di piccoli prestiti veloci concessi dalle banche in presenza di garanzie alternative troviamo i prestiti cambializzati, i prestiti per casalinghe o i piccoli prestiti veloci per protestati o cattivi pagatori.

Prestiti veloci con cambiali

Divenuti nuovamente in voga i prestiti cambializzati sono dei finanziamenti che vengono concessi anche a chi non può far fede sulla garanzia di un fideiussore, rimborso che potrà essere corrisposto tramite cambiali mensili.

La cambiale è un titolo esecutivo, ovvero nel caso in cui ci sia un’insolvenza nel versamento di anche una sola rata la banca sarà autorizzata a procedere al pignoramento di beni pari al valore della rata non corrisposta regolarmente.

Anche le casalinghe possono richiedere piccoli prestiti veloci, ma per importi superiori a dieci mila euro sarà necessaria la presenza di un garante che si impegni a restituire le rate qualora si presenti un’insolvenza del richiedente.

Ulteriore possibilità per ottenere il piccolo prestito per casalinghe è stipulare un’ipoteca sull’immobile, modalità che consente di ottenere velocemente il prestito richiesto, la cui entità potrà essere calcolata in base al valore degli immobili ipotecati.

Prestiti veloci a protestati

Tutti i piccoli prestiti veloci per protestati potranno essere richiesti sia tramite presenza di un garante che possa impegnarsi a versare le rate in caso di insolvenza del richiedente o tramite cessione del quinto dello stipendio o pensione percepita, garanzia utile a ottenere il finanziamento.

Prestito veloce senza busta paga

Alcuni istituti di credito concedono prestiti personali veloci anche a quanti non hanno un lavoro stabile. In assenza di una busta paga costante o di un altro reddito fisso dimostrabile, il richiedente deve dimostrare la presenza di altre risorse con cui garantire il rimborso delle rate.

Si dovranno quindi produrre, in sede di domanda, i documenti relativi alla presenza di garanzie alternative ad un tradizionale contratto di lavoro.

Possono ottenere i prestiti senza busta paga anche i lavoratori atipici e precari. Soggetti che dispongono di un reddito non costante, ma comunque sufficiente a garantire il rimborso del prestito richiesto.

Migliori finanziarie per prestito veloce

Scegliere un istituto di credito affidabile è fondamentale quando si intende sottoscrivere un prestito. Tra le banche e finanziarie che erogano prestiti personali in tempi brevi ricordiamo Findomestic, Unicredit e Agos. Questi ultimi due operatori consentono di richiedere piccole somme direttamente dallo smartphone, con accredito in tempi brevissimi.

Ricordiamo infine che si possono ottenere prestiti veloci anche rivolgendosi a società finanziarie di piccole dimensioni. Realtà generalmente attive a livello locale, ma che in alcuni casi operano anche online.