Prestiti Online: novità 2017

Prestiti online: la guida per tutti i finanziamenti

Ottenere credito in maniera rapida e sicura è un’esigenza di tantissime persone, che può essere risolta grazie ai prestiti online veloci.

Il panorama creditizio, almeno in Italia, sembra essersi rasserenato. Il merito va al taglio dei tassi di interesse, al rifinanziamento che la Bce ha concesso alle banche e in misura minore al Quantitative Easing. Il nuovo corso sta interessando tutti i canali di credito, in primis i mutui, che stanno vivendo una vera e propria rinascita. Anche le forme più creative di finanziamento stanno facendo registrare segnali positivi. Tra questi, i prestiti personali online veloci.

Prestiti online nel 2016 in grande ascesa

La funzione del prestito personale è nota: esaudisce le richieste di liquidità urgente, non legata a una specifica causale, bensì al bisogno di realizzare spese di varia natura (come può essere l’acquisto di un auto o anche solo il pagamento di un tributo particolarmente esoso). In questa ottica, la sottospecie dei prestiti personali online veloce sta acquisendo un certo spazio.

Questi consentono, infatti, di evitare le file allo sportello, l’incontro con i promotori e in generale tutto ciò che ruota attorno al canale offline. Ovviamente è presente una fase di istruttoria, ma i contatti avvengono principalmente in rete. Il risultato è uno snellimento drastico delle procedure burocratiche, e la possibilità di ricevere la liquidità nel giro di 48 ore. Insomma, i prestiti personali online veloci rappresentano l’alternativa ideale per chi ha bisogno urgente di denaro.

Una particolarità di questo tipo di prestiti è che spesso sono erogati da piccole e medie società finanziarie e non dalle banche o dai grossi istituti di credito. Questo porta, il più delle volte, a una contrazione dei costi che va a tutto vantaggio dei richiedenti.

Il panorama è anche in questo caso diversificato, anche se non come quello dei mutui (in cui il fattore concorrenza è favorito dalla possibilità di surroga). Ecco quali sono le migliori offerte.

Conseguire un prestito è sempre più difficile, dato un contesto di grave crisi economica. Ecco quindi l’importanza del web come risorsa da sfruttare per scovare delle offerte online relative ai prestiti personali. Non esiste una soluzione universalmente conveniente, essenziale è scovare il finanziamento più vantaggioso per le proprie esigenze.

La prima mossa da compiere è il confronto, con questo scopo sono sorti una vasta gamma di portali di comparazione specializzati. Ogni finanziamento ha pregi e difetti. È bene diffidare da messaggi pubblicitari ingannevoli. Badate all’essenziale distinzione tra TAN e TAEG. Nel primo caso abbiamo il Tasso Nomiale Annuo, ossia l’interesse puro applicato al finanziamento. Nel secondo, invece, si tratta di un acronimo di Tasso Annuo Effettivo Globale, e corrisponde al costo complessivo del prestito, ne fanno parte sia gli interessi che altre voci accessorie obbligatorie, quali polizze e commissioni.

Possono incidere inoltre altre condizioni favorevoli, come, ad esempio, l’erogazione in circostanze di disguidi bancari, l’opportunità di saltare una o più rate, oppure la modifica dell’importo di ciascuna rata e la durata complessiva del prestito.

Tutti gli aspetti di comparazione devono essere valutati per fornire al potenziale cliente un quadro completo e soddisfacente dell’effettive condizioni presentate dal mercato. Muovetevi per tempo prima di sottoscrivere un prestito personale e non lasciatevi guidare dalla fretta. Potreste pagare a caro prezzo la vostra avventatezza.

Prestiti personali online senza busta paga: le offerte

L’offerta migliore è, a dire il vero, erogata da una realtà piuttosto grande: il Gruppo Societe Generale, attraverso l’istituto Fiditalia. Vengono offerti prestiti personali da 3.000 a 30.000 euro. Per un prestito di 18.000 euro viene richiesto un rimborso in 81 rate da 298 euro (con Tan all’8,90% e Taeg al 9,99%). L’erogazione della liquidità è concessa nelle 48 ore successive alla sottoscrizione del contratto.

Il secondo posto è appannaggio di RataWeb, che con il Credito personale offre un prestito di 30.000 euro da rimborsare in tre anni, con una rata mensile di 948 euro (Tan fisso all’8,60% e Taeg all’8,99%). Notevole è anche il prestito Conpass che, alle stesse condizioni, impone l’erogazione di una rata mensile di 990 euro (Tan 10,90% e Taeg al 12,35%).

Quali sono i pro e i contro dei prestiti online veloci?

La questione dei prestiti rapidi si lega, in realtà, con l’emergere della crisi economica. Il finanziamento aumenta in fase di crisi e porta a una riduzione delle fasi di crescita. Ciononostante l’ultima tendenza è quella di un costante aumento dei prestiti rapidi online, che si sviluppa in parallelo alle passività delle famiglie medie italiane.

Le esigenze quotidiane ormai richiedono un impegno che va oltre la disponibilità degli stipendi medi, e da qui insorge il bisogno di ricorrere a delle linee di credito in estrema fretta. Vediamo quali sono le principali forme dei prestiti rapidi online.

Vi consigliamo di escludere subito la nozione di mutuo, che, per sua stessa natura, non è affatto rapido e che va oltre i 2-3 mesi. Quando facciamo riferimento ai prestiti rapidi online ci limitiamo ai prestiti e alle tipologie di questi.

Come ottenere quindi i prestiti rapidi?

Potreste optare per i sistemi di credit scoring, ovvero le banche dati presso cui è inserito chiunque abbia avuto oppure garantito un finanziamento. Chi finanzia andrà a interrogare queste banche dati per definire, in modo rapido, le opportunità effettive del prestito rapido.

Dopo che la vostra posizione sarà appurata dai sistemi di credit scoring, potrete ottenere il prestito in poche ore. Ciò non significa, però, avere subito i soldi nel conto. Non è possibile, in termini materiali, conseguire una certa cifra accreditata in poche ore, dai i processi burocratici interni. Dall’approvazione della pratica passano, di solito 3-4 giorni, sebbene, a fronte di cifre importanti, si può avere un anticipo che varia dal 10 al 20 percento.

Prestiti online per famiglie e imprese

Prestiti online per famiglie e imprese:  quando sono rifiutati? La scelta dell’online è una delle vie d’accesso al credito più apprezzate. Tuttavia la contrazione delle linee di credito erogate dalle banche conduce al rifiuto di tante domande, a causa dell’inadeguatezza delle credenziali creditizie. Anche i crediti concessi possono risultare un problema, visti gli interessi, i costi accessori e il sostenimento, nel lungo periodo, delle rate.

Per tutelare gli interessi dei piccoli imprenditori, da tempo, l’Associazione di microimprese Comitas ha posto in essere una serie di iniziative, favorendo una risorsa che costituisce il perno del nostro sistema economico.

Prestiti online per famiglie e imprese. Il Comintas ha già espresso la sua contrarietà alle commissioni sul massimo scoperto, all’anatocismo, e alle pratiche commerciali scorrette. Un approccio che possiamo estendere a ogni attività anticoncorrenziale il cui risultato è di ridurre l’accesso ai finanziamenti.

Per quanto attiene l’attività imprenditoriale, il Comitas ha promosso e richiede la cessazione del fenomeno delle cartelle pazze. C’è poi la questione dei problemi giudiziali. Un’eccessiva durata dei tempi della giustizia costituisce un grave problema quando si deve ottenere un risarcimento.

Un fenomeno che incide negativamente anche nei pagamenti in ritardo e in tutti i bandi di gara spesso opachi se non proibitivi.

I prestiti online continuano a essere un punto di riferimento in questo periodo di grave difficoltà economica, malgrado una contrazione delle esposizioni da parte delle banche.

Perché scegliere dei prestiti personali on-line? Perché dovrebbero essere convenienti? I prestiti personali rappresentano dei finanziamenti che non presentano alcuna finalità specifica. Possono quindi accedere ai prestiti personali online un’ampia categoria di utenti, al di là del bene o servizio interessato.

L’istituto di credito coinvolto fornisce il prestito nella forma di liquidità direttamente al cliente che ne fa richiesta. Possiamo ricevere prestiti personali per un sostegno economico con lo scopo di vivere una vacanza, per il benessere e la salute, oppure per studi o banali spese quotidiane.

Non tutti gli istituti prevedono la presenza di un’offerta online, che, di solito, ha dei costi più bassi rispetto al prestito tradizionale. Quali sono le garanzie per l’accesso al prestito?

Perché un prestito personale sia erogato sono necessarie alcune garanzie per evitare il rischio di insolvenza. La banca, infatti, nell’eventualità di mancata restituzione del credito, ha così modo di rifarsi su dei beni reali.

Le garanzie essenziali per la richiesta di un prestito personale sono costitute da una fonte di reddito certa e continuativa, comprovata da affidabilità creditizia. Come forma di garanzia ulteriore è possibile richiedere la cambializzazione delle rate, oppure un’unica cambiale, in grado di garantire una parte o l’intera somma erogata.

Se il soggetto richiedente ha un’anzianità lavorativa recente, la banca può imporre la firma di un coobbligato o di un terzo fideiussore. Il suo ruolo è di garante in merito alla restituzione del debito.

Prestiti online senza reddito dimostrabile: cosa sono e come funzionano

I prestiti senza reddito dimostrabile online sono finanziamenti dedicati a quelle persone che non hanno un posto di lavoro fisso né un’entrata mensile documentabile. In assenza di un reddito fisso dimostrabile infatti la possibilità di ottenere un prestito, sia da una banca online che da una che opera sul territorio tramite filiali, è molto remota.

Pur essendo classificata come prestiti “atipici”, questa forma di finanziamento è piuttosto comune e viene erogata spesso in favore di casalinghe. Normalmente per ottenere un prestito senza reddito dimostrabile è necessario presentare una garanzia alternativa alla busta paga, come la proprietà di un bene su cui apporre un’ipoteca oppure la firma di un garante.

Normalmente l’importo finanziato è piuttosto basso, mentre gli interessi sono superiori a quelli applicati per i tradizionali prestiti personali, perché banche e finanziarie considerano i prestiti senza reddito dimostrabile operazioni molto più rischiose degli altri finanziamenti. Tenendo presente le minori garanzie presentate dal richiedente, l’Istituto di credito si tutela con un tasso di interesse maggiorato.

Prestiti tramite carte revolving

Ma come ottenere prestiti senza reddito dimostrabile online? La maggior parte delle banche e delle finanziarie concede finanziamenti ai soggetti senza reddito tramite le carte revolving. Una particolare tipologia di carte di credito che consente di accedere un plafond con cui il cliente può effettuare spese e pagamenti di varia natura.

Il prestito viene quindi rimborsato tramite un piano di ammortamento mensile. Ai pagamenti previsti dal piano di rimborso il debitore può associare dei versamenti volontari, che il titolare effettua tramite ricariche sulla carta stessa. Va precisato inoltre che gli interessi sono applicati solo sulla quota del plafond che il cliente ha effettivamente speso.

In altre parole, se il cliente che richiede una carta revolving non utilizza la somma messa a sua disposizione non è tenuto al pagamento di alcun interesse.

In ogni caso è fondamentale ricordare che i prestiti senza reddito dimostrabile online possono essere concessi anche in altre formule, in alcuni casi anche ricorrendo al prestito cambializzato.

Richiesta di prestiti senza reddito dimostrabile

Sul mercato vi sono varie le soluzioni di credito per quanti non dispongono di un reddito fisso dimostrabile, ma per confrontare il maggior numero di offerte nel più breve tempo possibile è possibile ricorrere ai comparatori online. Siti specializzati che a fronte della compilazione di un form indicano all’utente tutte le offerte di finanziamento che soddisfano le sue necessità.

Per ottenere un prestito senza reddito dimostrabile è necessario presentare, in sede di domanda, la seguente documentazione:

  • codice fiscale;
  • documento d’identità in corso di validità;
  • titolarità di un conto corrente dal quale è possibile rilevare gli introiti e i movimenti bancari;
  • titolarità di un bene sul quale sottoscrivere l’ipoteca, o la presenza di un garante.

Prestiti online con garante: le procedure ed i requisiti

Perché scegliere i prestiti con garante online? Le banche conservano tutt’ora un atteggiamento prudente, nonostante le politiche monetarie espansive della BCE e la tendenza dei governi a procedere con il “bail-in” in caso di sofferenze finanziarie. Ne consegue che, molto spesso, ai comuni mortali viene sbattuta la porta in faccia.

In alcuni casi, però, il “rifiuto” può essere evitato facendo ricorso a un garante. Questo metodo si è diffuso anche grazie alle dinamiche della rete. I prestiti con garante online sono quindi una realtà. Ecco di che cosa si tratta.

Il garante gioca un ruolo di primo piano. Concretamente, è una figura terza che si fa carico degli eventuali episodi di insolvenza che il finanziato, per un motivo o per un altro, può causare durante la sua attività di rimborso.

La sua funzione, quindi, è di coprire le rate quando il diretto interessato è impossibilitato a farlo, e quindi evitare a quest’ultimo di finire nel registro dei cattivi pagatore e scongiurare il rischio che la banca proceda con la riscossione forzata.

Il ruolo del garante

Sia chiaro: il garante non rimborsa le rate al posto del debitore ma si sostituisce a lui solamente nelle emergenze. Questo particolare implica delle conseguenze. La principale è che, in una certa misura, anche il debitore, nonostante la presenza del garante, deve offrire una quantità minima di garanzie.

Ciò vuol dire reddito dimostrabile, anche se non stabile. Negli ultimi anni i prestiti con garante online e non sono diventati uno strumento riservato ai cattivi pagatori, quindi spesso non è necessario avere la “fedina creditizia” totalmente immacolata.

Il garante, infatti, copre dal rischio insolvenza – tra le altre cose suggerito all’iscrizione al database Crif – perché, molto banalmente, la responsabilità in caso di mancato pagamento cade su di lui, e quindi la banca è sempre coperta.

Il prestito con garante si configura quindi soluzione per coloro che, per definizione, non potrebbero accedere ai prestiti. Esistono persino prestiti che non prevedono la presenza di una busta paga, sebbene siano una minoranza piuttosto risicata.

Le caratteristiche

La presenza di un garante si associa in genere ai prestiti personali, ossia a quelli che prevedono un periodo di rimborso piuttosto contenuto (solitamente non superiore ai due anni), un importo ridotto (nell’ordine delle migliaia di euro) e la possibilità di non giustificare le spese o esporne la finalità.

La componente online si addice a questo strumento perché offre un vantaggio: la velocità. Spesso la fase di istruttoria dura due giorni o poco più. Lo svolgimento delle attività online, e quindi non in filiale, implica infine una riduzione dei costi che, ovviamente, va a tutto vantaggio del richiedente senza incidere sul guadagno finale degli istituti di credito.

Prestiti online per protestati: rischi e opportunità

Prestiti online per protestati: rischi e opportunità. La crisi economica e la forte pressione fiscale, che attanagliano il nostro paese spesso possono indurre i cittadini, che devono fronteggiare ogni giorno i continui aumenti delle tasse e l’aumento del costo della vita, a richiedere prestiti personali. Ovviamente nessun’escluso.

Anche i così detti cattivi pagatori spesso si vedono in difficoltà economiche e così sempre più spesso si rivolgono agli istituti di credito online per ottenere un prestito personale. I protestati sono quei soggetti che hanno avuto disguidi finanziari, quali vengono segnalati al RegistroCrif.

Questi soggetti possono ottenere dei prestiti online per protestati solo stando a determinate condizioni, ad esempio il pagamento di interessi aumentati. I prestiti online sono considerati la nuova frontiera del credito, poiché in grado di soddisfare sia le esigenze delle famiglie sia quelle delle PMI che si trovano in gravi difficoltà economiche, offrendo un servizio più veloce e con un accesso più agevolato al credito, di quanto le comuni società finanziarie  possano offrire.

I prestiti Inpdap 2016 per i dipendenti pubblici e per i pensionati. L’Inps offre dei  prestiti agevolati anche ai protestati, per favorirre il consolidamento debiti, sfruttando la così detta cessione del quinto.

Prestiti online: le alternative disponibili

L’elenco delle opzioni disponibili per i prestiti online veloci è davvero ampio e comprende alternative come i prestiti cambializzati, che possono essere richiesti senza problemi anche online.

Di cosa si tratta? Di prodotti che, come è chiaro dal nome stesso, si basano sul versamento di cambiali, titoli di credito a scadenza. I prestiti cambializzati possono essere richiesti anche da cattivi pagatori e protestati, in quanto non prevedono il controllo da parte delle banche dati.

Per accedere ai prestiti cambializzati non è necessario presentare una busta paga, ma sono comunque richieste delle garanzie. Quali sono?

Il TFR – la cui presentazione rende più facile l’erogazione di un prestito in caso di richiedente cattivo pagatore – una polizza vita stipulata da almeno 2 anni, l’intervento della figura di un garante, necessario in caso di richiedente neo assunto (l’istituto erogante ha chiaramente la facoltà di rivalersi sui beni del garante in caso di mancata solvibilità).

Findomestic

Tra i prestiti online veloci più vantaggiosi è possibile ricordare il Prestito Personale Flessibile di Findomestic. Questo prodotto, per il quale è possibile presentare domanda online, prevede la possibilità di cambiare l’importo della rata senza alcun costo.

Per vedere come funziona è utile fare un esempio, ipotizzando la richiesta di un finanziamento di 12.000€ e la scelta di un piano di ammortamento della durata di 96 mesi.

In questo caso si avrebbe una rata mensile pari a 162€, con TAN e TAEG corrispondenti al 6,73 e al 6,94%.

Agos

Sono diverse le realtà creditizie che propongono prestiti online veloci. In questo novero è possibile includere anche i prestiti di Agos, che prevedono l’accredito entro 24/48 ore dall’approvazione della richiesta.

Sul sito ufficiale della società finanziaria è possibile trovare tutti i riferimenti per scegliere il prestito più adatto alle proprie esigenze. Una volta trovato il prodotto migliore è sufficiente compilare il form con i propri dati anagrafici e attendere l’esito della richiesta, che arriva in pochissimo tempo.

Come funziona il prestito Agos

Per capire meglio le caratteristiche di questa tipologia di prestiti online veloci è utile fare un esempio specifico.

Ricordando che il prestito flessibile può essere richiesto da chi sceglie il rimborso con addebito automatico sul conto corrente, ipotizziamo la richiesta di un finanziamento di 10.000€ e la scelta di un piano di ammortamento della durata di 120 mesi.

In questo caso a carico del beneficiario del prestito ci sarebbe una rata mensile pari a 128,70€, con TAN e TAEG corrispondenti rispettivamente all’8,91% e al 10,27% (in questo caso il debito complessivo risulta pari a 15.718€).

Prestiti online senza busta paga

In questi primi mesi del 2016 si è registrato un incremento nella domanda di prestiti senza busta paga, particolari finanziamenti dedicati a chi non dispone di un contratto di lavoro dipendente a tempo indeterminato. La busta paga rappresenta infatti la principale garanzia richiesta da banche e finanziarie per l’erogazione di un prestito.

Generalmente rivolti ai lavoratori a tempo determinato, agli autonomi e ai disoccupati, i prestiti senza busta paga permettono invece l’accesso al credito a condizione che il richiedente sia in possesso di garanzie alternative alla busta paga, ad esempio un immobile di proprietà.

È possibile utilizzare come garanzia anche un canone di locazione percepito su un immobile affittato a terzi oppure avvalersi di un garante, che si impegna a rimborsare il debito in caso di insolvenza del beneficiario.

Le offerte Compass, Findomestic e BancoPosta

I prestiti senza busta paga sono erogati principalmente da società finanziarie online, tra queste troviamo Findomestic, che offre prestiti finalizzati accessibili anche ai lavoratori atipici. Tra i prestiti online senza busta paga troviamo anche l’offerta di Compass che permette di accedere a somme fino a 10 mila euro, rimborsabili con un piano di ammortamento a rata costante e tasso fisso (Tan 9,90%).

Troviamo infine Special Cash Postepay di BancoPosta, che permette a tutti i titolari di Postepay do ottenere una somma compresa tra 750 e 1.500 euro, rimborsabile con un piano di ammortamento che può estendersi fino a 24 mesi.

prestiti personali da privati

Perché scegliere prestiti personali da privati online

Come funziona il prestito tra privati Con la crisi economica sono in molti ad aver bisogno di un prestito personale con il quale far fronte a necessità economiche e spese inaspettate. Non tutti coloro che hanno necessità di denaro però…

0 Comments / 7 View / settembre 19, 2017

prestito e mutuo insieme

È Possibile Avere Prestito e Mutuo Insieme? Cosa Fare, Guida

Il mutuo è il finanziamento principe per l’acquisto della prima casa, ma cosa accade se il cliente ha bisogno di ulteriore liquidità? Si possono avere prestito e mutuo insieme, quali sono requisiti e modalità per ottenerli? Vediamo tutte le opportunità…

0 Comments / 16 View / settembre 14, 2017

chi concede prestiti senza busta paga

Ecco chi concede prestiti senza busta paga. Le offerte migliori

Cos’è il prestito senza busta paga La busta paga rappresenta la garanzia maggiormente accettata da banche e finanziarie. Con la crisi economica però non tutti possono contare sulla presenza di un reddito fisso dimostrabile. Soggetti che se desiderano ottenere liquidità…

0 Comments / 35 View / settembre 9, 2017

sono sicuri i prestiti tra privati

Sono sicuri i prestiti tra privati? Le risposte che stai cercando

Cosa sapere dei prestiti tra privati Sono sicuri i prestiti tra privati? Una domanda che si pongono i tanti che con l’avvento del social lending hanno pensato di ricorrere a questa soluzione. La risposta è sì, a condizione però di…

0 Comments / 46 View / agosto 26, 2017

Prestiti con contratto a tempo determinato

Tutto sui prestiti con contratto a tempo determinato 2017

Come avere un prestito senza contratto indeterminato Ottenere somme di denaro in prestito pur non avendo un contratto a tempo indeterminato è possibile? I prestiti con contratto a tempo determinato sono una realtà ed è bene approfondirne le caratteristiche se…

0 Comments / 57 View / agosto 17, 2017

Prestiti per studenti universitari: pro e contro

Offerte prestiti per studenti universitari e d’onore 2017

Come trovare finanziamenti per studenti I prestiti per studenti universitari sorgono come effetto di una condizione di crisi che ha messo in difficoltà tantissime famiglie. Gli oneri relativi al mantenimento dell’istruzione dei figli sono andati crescendo negli ultimi anni. Fenomeno…

0 Comments / 19 View / agosto 16, 2017

prestiti personali senza garante

Chi può ottenere prestiti personali senza garante e come funzionano

Come avere prestiti senza garante nel 2017 Negli ultimi anni è diventato sempre più difficile ottenere la fiducia dalle banche per l’erogazione di prestiti personali senza garante. A causa della grave crisi economica degli ultimi anni infatti accedere al credito…

0 Comments / 58 View / luglio 25, 2017

prestiti per chi ha partita iva

Come funzionano i prestiti per chi ha Partita IVA 2017

Prestiti per titolari di Partita IVA 2017 Accedere al credito anche se non si ha un lavoro come dipendenti è possibile. Esistono infatti i prestiti per chi ha Partita IVA, soluzioni molto comode e altrettanto sicure. Ma come funzionano e…

0 Comments / 32 View / luglio 23, 2017

miglior finanziamento auto nuova

Come trovare il miglior finanziamento auto nuova 2017

Come trovare il prestito auto più conveniente Nonostante i mezzi di trasposto pubblico e la varie proposte di car sharing presenti ormai nella maggior parte delle città, l’automobile rimane un bene indispensabile in diverse realtà italiane. E spesso l’acquisto di…

0 Comments / 16 View / luglio 21, 2017

quale finanziaria fa prestiti più facilmente

Ecco quale finanziaria fa prestiti più facilmente anche a cattivi pagatori

Quali istituti concedono prestiti facilmente nel 2017 Il mercato creditizio italiano continua a lanciare segnali di un costante miglioramento per quanto riguarda le erogazioni di prestiti. Un dato che viene confermato dal report di Bankitalia datato ottobre 2016. Documento da…

0 Comments / 165 View / luglio 8, 2017