Offerte prestiti senza controllo Crif per cattivi pagatori e protestati

Come ottenere un prestito anche se segnalati al crif

Con la crisi economica sono sempre di più le famiglie che, per far fonte alle tante spese, si trovano a dover richiedere prestiti e finanziamenti. Può capitare però non riuscire a rimborsare le linee di credito sottoscritte nei tempi previsti. In questo caso si viene iscritti nelle liste Crif dei cattivi pagatori. Status che rende difficile ottenere un nuovo finanziamento a meno che non si tratti di prestiti senza controllo Crif.

Crif è la principale società in Italia per la gestione delle informazioni creditizie, se sei stato segnalato puoi approfondire qui l’argomento => cancellazione CRIF. Nei database della società sono infatti registrati i dati di quanti richiedono e/o ottengono un prestito. I soggetti che non riescono a rimborsare le rate in modo puntuale sono segnalati da Crif come cattivi pagatori.

Ma cosa sono i prestiti senza controllo Crif? Si parla di finanziamenti senza controllo Crif perché prima di accordare o meno un prestito banche e finanziarie consultano i database Crif. Se il richiedente risulta segnalato come cattivo pagatore, difficilmente l’istituto di credito sarà disposto a concedere il finanziamento.

Prestiti anche per segnalati Crif

Vi sono tuttavia alcune soluzioni di prestiti personali accessibili a cattivi pagatori e protestati. Una di queste è la cessione del quinto. Si tratta di una particolare forma di prestito personale che prevede il rimborso tramite rate mensili decurtate dalla busta paga o dall’assegno pensionistico del beneficiario.

Poiché il rimborso delle rate avviene ad opera del datore di lavoro, o dell’ente previdenziale che eroga la pensione, ai fini della concessione del prestito non è necessario che il richiedente abbia un buon profilo creditizio. In altre parole, possono ottenere un prestito su cessione del quinto anche quanti hanno avuto problemi con il rimborso di un passato finanziamento. Lo stesso vale per chi ha subito un protesto.

Dato che si tratta di prodotti basati sulla presenza di un reddito fisso, i prestiti su cessione del quinto sono accessibili solo a lavoratori dipendenti e pensionati. Sono quindi esclusi dalla platea dei beneficiari i lavoratori autonomi.

Prestiti a protestati autonomi 2018

Diversa la questione se a richiedere prestiti senza controllo Crif sono soggetti che non possono contare su una busta paga. I lavoratori autonomi e con contratto atipico trovano infatti maggiori difficoltà nell’accesso al credito rispetto ai dipendenti.

In questo caso la soluzione migliore è ricorrere a un soggetto che si presenta come garante. In caso di mancato pagamento da parte del beneficiario, il garante si impegna a rimborsare le rate al suo posto. Da considerare anche i prestiti con cambiali, basati sulla presenza di titoli di credito che corrispondono alle rate mensili del finanziamento.

Se non hai ancora trovato la risposta che stavi cercando, ti invitiamo a visitare la sezione dedicata dove potrai trovare ulteriori approfondimenti sui prestiti senza busta paga.

PrestitiPersonali.com: notizie correlate

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *