Prestiti Inpdap per acquisto seconda casa ecco chi può ottenerli

Come funzionano i prestiti acquisto seconda casa Inpdap

Quando si parla dell’offerta prestiti e mutui Inpdap si fa riferimento a diverse soluzioni di accesso al credito pensate per l’acquisto della prima casa. Non molti sanno però che è possibile ottenere anche prestiti Inpdap per acquisto seconda casa.

Si tratta di un’eventualità percorribile solo per i dipendenti e pensionati pubblici che sono iscritti ad un apposito Fondo credito Inps, la Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali. Soggetti che hanno la possibilità di richiedere i mutui Inps ex Inpdap.

Normalmente i mutui Inps ex Inpdap sono concessi solo a quanti non risultano proprietari di nessun immobile sul territorio italiano. Tuttavia sono previste alcune eccezioni al suddetto requisito. Situazioni in cui è possibile ottenere prestiti Inpdap per acquisto seconda casa.

Quando è possibile ottenere prestiti Inpdap per seconda casa

Nello specifico i prestiti Inpdap per acquisto seconda casa sono concessi a quanti richiedono un mutuo Inpdap si trovano in una delle seguenti situazioni.

  • Il richiedente e i suoi familiari sono proprietari di un immobile che è stato ricevuto in eredità o per donazione, a condizione però che l’immobile sia già gravato da diritti reali di godimento.
  • Il soggetto che richiede il mutuo è proprietario di un altro immobile di cui è stato privato in seguito a un provvedimento di separazione. Provvedimento con il quale la casa è stata assegnata all’altro coniuge.
  • Il richiedente e i suoi familiari risultano proprietari di quote immobiliari fino a un massimo del 50% dell’immobile.
  • Il richiedente risulta comproprietario di una casa insieme a soggetti che non fanno parte del suo nucleo familiare.
  • Il beneficiario è proprietario di un immobile dichiarato inagibile in seguito a una calamità naturale.

Mutui Inps ex Inpdap seconda casa

È possibile ottenere mutui Inpdap per acquisto seconda casa anche nel caso in cui non ci si trovi in una delle suddette situazioni. Nel caso in cui vi sia un avanzo rispetto ai fondi stanziati per la concessione dei mutui prima casa, possono ottenere i finanziamenti anche quanti sono in possesso di un altro immobile.

Ipotesi che però è percorribile solo a condizione che il richiedente risulti proprietario di una casa ubicata in un Comune distante almeno 150 km da quello di residenza.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.