Fondo nuovi nati 2018 2019

Fondo nuovi nati: cos’è e come funziona?

Il Fondo nuovi nati o fondo di sostegno alla natalità 2018 è stato introdotto per incentivare le famiglie ad avere figli e per sostenerle in un periodo particolarmente delicato; vediamo come funziona, chi può richiederlo e quali sono i termini per la presentazione delle istanze.

Il Fondo Nuovi Nati 2018. Il Fondo nuovi nati 2018 è un finanziamento che può essere richiesto dai genitori che hanno da poco avuto o adottato un bambino, ed è una misura aggiuntiva rispetto al tradizionale bonus bebè. Il fondo di sostegno alla natalità è stato introdotto nel 2017 con lo scopo di fornire alle famiglie ulteriore liquidità
in un particolare momento della vita e consiste in un prestito agevolato e garantito dallo Stato. Si possono richiedere dei prestiti agevolati di importo pari a 10.000 € da restituire nell’arco di 7 anni. Essendo il finanziamento garantito dallo Stato, in caso di insolvenza della famiglia, garantisce la restituzione del prestito fino al 50% dell’intera somma erogata, in questo modo le banche possono offrire un tasso di interesse agevolato molto conveniente. Il fondo di sostegno alla natalità viene erogato soltanto dalle banche aderenti e per conoscere quali sono bisogna accedere al portale dell’INPS e ricercare l’elenco completo o in alternativa visitare la pagina www.abi.it dell’Associazione Bancaria Italiana. Il tasso di interesse applicato dalle banche aderenti è inferiore a quello corrente, inoltre è prevista una riduzione di tale tasso dello 0,5% per le famiglie con un nuovo nato o adottato portatore di malattie rare.

Come richiedere il finanziamento per i nuovi nati 2018

Per poter richiedere ed accedere al Fondo nuovi nati 2018 bisogna essere in possesso di alcuni requisiti, in primis, bisogna esercitare la potestà genitoriale di bambini nati o adottati a partire dal 1° gennaio 2017, inoltre è obbligatorio avere cittadinanza italiana, cittadinanza di uno dei paesi membri dell’UE oppure cittadinanza extracomunitaria, se si è in possesso del permesso di soggiorno e si risiede in Italia.

A differenza degli altri finanziamenti previsti per i nuovi nati, per poter accedere al Fondo di sostegno alla natalità, non è necessario presentare il modello ISEE 2018 e non vi sono limiti di reddito. È altresì previsto che per i soggetti in possesso di ISEE inferiore ai 15.000 €, lo Stato garantisce una copertura del prestito fino al 75%, mentre per gli altri tale garanzia è solo del 50%.
Per poter richiedere ed ottenere il finanziamento per i nuovi nati è obbligatorio compilare un apposito modulo che può essere reperito presso le filiali di una delle banche aderenti.
Nel modulo di richiesta dovrete indicare alcuni dati personali:

  • i dati identificativi del richiedente (nome e cognome, codice fiscale e luogo di residenza);
  • generalità del nuovo nato o dell’adottato;
  • specificare se la potestà genitoriale viene esercitata solo da chi compila la domanda o è condivisa da entrambi i genitori;
  • nel caso di potestà genitoriale condivisa bisogna inserire i dati identificativi di entrambi i genitori;
  • per gli adottati è necessario inserire il numero di provvedimento.

Se si fa richiesta del finanziamento per un nuovo nato o adottato affetto da malattie rare, dovete allegare un certificato di una struttura sanitaria pubblica che accerti la presenza di una patologia rara.
In allegato al modulo per l’accesso al Fondo nuovi nati è necessario allegare una dichiarazione dei redditi o una busta paga, dei documenti che sono soliti richiedere gli istituti di credito.

I termini per il Fondo nuovi nati

Per poter richiedere il finanziamento per i nuovi nati si ha tempo entro e non oltre il compimento di un anno di età del bambino, invece per le adozioni nazionali ci si riferisce alla data in cui è stata pronunciata la sentenza di adozione definitiva; per le adozioni internazionali la data rilevante è quella del provvedimento di autorizzazione all’ingresso. Per presentare la richiesta di finanziamento si ha tempo fino al 30 giugno dell’anno successivo a quello della nascita o dell’adozione.
Dopo aver compilato la domanda entro il termine previsto, la banca aderente al Fondo nuovi nati valuterà la richiesta e erogherà il finanziamento direttamente sul conto corrente indicato dal richiedente. Come tutti i prestiti, anche quello agevolato e garantito per i nuovi nati può essere restituito in un’unica soluzione o in rate mensili.

PrestitiPersonali.com: ultime notizie

piccolo prestito inpdap Non è raro che ci si trovi di fronte a spese impreviste che non si sanno come affrontare, oppure di voler organizzare una vacanza con la famiglia ma non avere a disposizione la liquidità necessaria. In questi casi un piccolo prestito inpdap è l'ideale per avere subito denaro per le nostre necessità e non essere per forza costretti a scegliere tra importi troppo alti per quello che realmente serve. Chi e come può usufruire di un piccolo prestito inpdap Possono usufruire di un piccolo prestito i...
Piccolo prestito Compass Per un piccolo progetto, per le spese di tutti i giorni o ancora per realizzare un sogno nel cassetto: a questo può servire un piccolo prestito Compass; in modo facile e veloce si potrà avere a disposizione una piccola somma da utilizzare per ogni esigenza. Per tutti questi casi ci pensa Compass con il suo MiniCredito, pensato proprio per chi necessita di un sistema affidabile e veloce per avere un prestito fino a 1500€. MiniCredito: il piccolo prestito Compass facile e veloce Il MiniCredito d...
piccolo prestito MPS Hai bisogno di liquidità immediata e non vuoi aspettare settimane per ottenere un prestito? Il gruppo bancario Monte dei Paschi di Siena propone un piccolo prestito personale che ti permette di ottenere liquidità in brevissimo tempo, vediamo quali sono le caratteristiche di questo finanziamento e come richiederlo. Il piccolo prestito MPS: caratteristiche principali Il piccolo prestito della banca Monte Paschi di Siena è un finanziamento personale, di conseguenza non è necessario specificare pe...