mutuo inpdap acquisto e ristrutturazione

Mini guida al mutuo Inpdap acquisto e ristrutturazione a tasso agevolato

Mutui Inpdap per acquisto prima casa e interventi di ristrutturazione

Acquisto e ristrutturazione della prima casa sono tra le ragioni per cui gli italiani sono più disposti a sottoscrivere mutui e finanziamenti. Linee di credito che però rappresentano un impegno economico importante e che, nella maggior parte dei casi, si protraggono per molti anni. Situazione in cui però dipendenti e pensionati pubblici sono avvantaggiati, poiché possono ricorrere al mutuo Inpdap acquisto e ristrutturazione.

Si tratta di un prodotto dedicato agli iscritti ex Inpdap, ossia afferenti alla Gestione Dipendenti Pubblici dell’Inps. Erogati dall’ente previdenziale tramite un apposito fondo credito, i mutui Inpdap prevedono l’applicazione di tassi di interesse agevolati, nonché la possibilità di ottenere somme elevate.

La somma massima erogabile varia però a seconda della ragione per cui si richiede il finanziamento. In caso di ristrutturazione, manutenzione o trasformazione è possibile ottenere fino a 150 mila euro.

Maggiori gli importi erogabili in caso di acquisto, costruzione o assegnazione della casa da cooperative in società divisa. Situazioni in cui si potrà ottenere al massimo 300 mila euro.

Il rimborso avviene con un piano di ammortamento a rate semestrali, definite in funzione del tasso di interesse. L’ammortamento si estende per 10, 15, 20, 25 o 30 anni. Il tan può essere fisso o variabile, a scelta del beneficiario. Oltre agli interessi, il mutuatario deve farsi carico anche delle spese di amministrazione, pari allo 0,5% dell’importo massimo del finanziamento.

Tassi 2018

Come già accennato, i mutui Inpdap possono essere a tasso fisso o variabile. Nel primo caso abbiamo un Tan definito in base al valore del mutuo in rapporto a quello dell’immobile oggetto del finanziamento. Riportiamo di seguito la tabella contenente i valori applicati al tasso in caso di mutui a tasso fisso.

TAN in funzione della percentuale di intervento (LTV)
Durata (fino a)<= 50%50% – 80%> 80%
10 anni1,15%1,33%1,73%
15 anni1,51%1,69%2,20%
20 anni1,65%1,83%2,38%
25 anni1,97%2,03%2,65%
30 anni1,97%2,03%2,65%

Per i mutui a tasso variabile invece il riferimento è il valore dell’Euribor a 6 mesi. Il Tan corrisponde infatti all’Euribor 6 mesi maggiorato di uno spread del 2,00%.

Come presentare domanda di mutuo

Ma come richiedere un mutuo Inpdap acquisto e ristrutturazione? La domanda di finanziamento deve essere trasmessa per via telematizzata. A tal proposito è necessario sfruttare il servizio online presente sul sito inps.it.

Per la trasmissione della domanda è necessario essere in possesso del Pin Inps, che può essere richiesto presso una sede Inps, oppure online tramite l’apposito servizio.

PrestitiPersonali.com: ultime notizie

Previsioni tassi mutui luglio 2018: andamento, previsione e scelta migliore I mutui possono essere a tasso fisso oppure variabile, comunque la loro convenienza e l'entità delle rate da rimborsare sono legati al costo del denaro e allo spread determinati dalla BCE. Ecco perché negli ultimi mesi del 2017 e nel primo semestre dell'anno in corso questi prodotti bancari sono stati erogati in maniera maggiore rispetto al passato. I mutui nel 2018 Negli ultimi tempi il mutuo ipotecario è stato visto dalle banche come un mezzo per proporre alla clientela ulteriori prodotti fi...
Guida alla simulazione prestito Inpdap in ammortamento. Come effettuare il calcolo Come simulare un prestito Inpdap 2018 I prestiti Inpdap rappresentano un’importante opportunità di accesso al credito a tassi di interesse agevolati. Poiché è l’ente previdenziale a concedere il finanziamento, infatti i tassi di interesse sono molto al di sotto delle medie di mercato. Per valutare nel dettaglio l’offerta è possibile inoltre sfruttare il simulatore prestito Inpdap in ammortamento messo a disposizione dall’Inps. Si tratta di un’applicazione online che permette di effettuare la...
Perché la surroga mutuo conviene e quando richiederla Surroga del mutuo ipotecario, come funziona e quando richiederla La surroga del mutuo è la procedura che consente di trasferire il finanziamento in corso presso una baca diversa da quella che lo ha erogato. Si tratta di una soluzione molto apprezzata dai contribuenti italiani, tanto che per mesi i mutui surroga hanno trainato il mercato italiano dei mutui. A questo punto una domanda sorge spontanea: la surroga mutuo conviene davvero? La surroga mutuo si presenta senza dubbio come una soluzio...