Informazioni

Prestiti inpdap con cessione del quinto: come ottenerli, guida


La cessione del quinto è una delle soluzioni di finanziamento più richieste da dipendenti e pensionati. Il perché è semplice: piano di rimborso sostenibile (la rata non può superare 1/5 dello stipendio) e automatico, la rata è sottratta in modo automatico ogni mese. I prestiti Inpdap con cessione del quinto garantiscono inoltre tassi di rimborso agevolati. Vediamo quali sono le linee di credito disponibili e come ottenerle.

Cessione quinto Inpdap

Nonostante siano definiti prestiti Inpdap, la loro erogazione è curata dall’Inps oppure da istituti di credito che hanno stabilito con l’ente previdenziale una convenzione. Sarebbe quindi più corretto parlare di prestiti ex Inpdap o finanziamenti Inps Gestione Pubblica.

I prestiti Inpdap con cessione del quinto corrispondono a due linee di credito. Quali sono? Si tratta di Prestiti pluriennali diretti e pluriennali garantiti. I pluriennali diretti possono essere richiesti solo per esigenze coerenti con quanto indicato dal regolamento. Sono contemplate finalità riconducibili a necessità personali: dall’acquisto della prima casa a quello dell’automobile.

Chi sono i beneficiari? Le richieste possono essere inoltrate da parte di dipendenti e pensionati afferenti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali. È necessario che il richiedente possa contare su almeno quattro anni di anzianità di servizio e su altrettanti anni di contributi versati alla Gestione.

È preferibile disporre di un contratto lavorativo a tempo indeterminato. Chi dispone di un contratto a tempo determinato (di durata pari ad almeno tre anni), deve rispettare diverse condizioni:

  • il contratto di lavoro deve essere valido per tutto il periodo di rimborso;
  • il trattamento di fine rapporto va conferito come garanzia.

Prestiti pluriennali Inpdap con cessione del quinto tasso 2017

In merito alla durata del piano di rimborso vi sono due opzioni: cinque o dieci anni (60 oppure 120 rate mensili). Il tasso di interesse invece corrisponde al 3,50%, ma vanno considerati anche oneri amministrativi, che incidono per lo 0,50%, e premio fondo rischi.

Cessione del quinto Inpdap: domanda di finanziamento

La domanda di finanziamento va inoltrata sfruttando i servizi del portale Inps (inps.it). in modo particolare andrà sfruttato il servizio “Domande web Prestiti Pluriennali”.  Se i richiedenti sono dipendenti, la richiesta andrà inoltrata in collaborazione con l’amministrazione di riferimento.

Se invece il richiedente è un pensionato, sarà sufficiente impiegare direttamente i servizi online del portale Inps (reperibili all’interno dell’Area riservata). È necessario però disporre del PIN, codice segreto di identificazione fornito dall’ente previdenziale. Il processo di richiesta prevede diversi allegati.

Prestiti pluriennali diretti: cosa offrono

Oltre ai Prestiti pluriennali diretti, nell’ambito dei prestiti Inpdap con cessione del quinto, troviamo i Prestiti pluriennali garantiti. Questi sono accordati da banche o finanziarie convenzionate con l’ente previdenziale. Il processo di rimborso è composto da cinque o dieci anni.

Per richiedere i pluriennali garantiti va inoltrata la domanda alla propria amministrazione di riferimento.

Informazioni
Prestiti personali a protestati senza cessione del quinto
Informazioni
Finanziamenti europei come ottenerli: guida al credito
Informazioni
Bisogno di credito? I prestiti personali veloci più interessanti del momento