Piccoli prestiti Inpdap insegnanti a tempo indeterminato

Prestiti Inpdap per insegnanti di ruolo

Quando si parla di prestiti Inpdap si fa solitamente riferimento ai prestiti accessibili a dipendenti e pensionati ex Inpdap. In questa categoria rientrano però anche i finanziamenti agevolati dedicati ai docenti, i prestiti Inpdap insegnanti.

Di cosa si tratta? Dei piccoli prestiti Gestione Assistenza Magistrale, meglio noti come prestiti Inpdap insegnanti o prestiti ex Enam. Finanziamenti che sono concessi direttamente dall’Inps per far fronte a specifiche necessità.

Possono ottenere i finanziamenti agevolati sia gli insegnanti che i direttori scolastici di scuole statali dell’infanzia e primarie. La somma massima finanziabile viene definita in base al reddito mensile del richiedente.

Requisiti dei prestiti Inpdap per gli insegnanti

Ma passiamo alla quesitone dei requisiti. Ai fini dell’accesso la credito è necessario innanzitutto che l’insegnante o il direttore che presenta la richiesta sia assunto con contratto a tempo indeterminato.

Il richiedente deve inoltre risultare in attività di servizio. Perché l’Inps conceda il finanziamento è necessario inoltre che al soggetto che presenta la domanda manchino almeno due anni al pensionamento. Non solo. Chi presenta l’istanza di finanziamento deve anche risultare iscritto alla Gestione ex Enam dell’Inps.

A differenza di quanto accade con i piccoli prestiti ex Inpdap, i prestiti Inpdap insegnanti sono concessi esclusivamente per far fronte a specifiche spese. Riportiamo di seguito tutte le motivazioni per cui è possibile richiedere i prestiti ex Inpdap per insegnanti.

  • matrimonio del richiedente o di un figlio;
  • nascita o adozione di un figlio;
  • acquisto della prima casa;
  • manutenzione straordinaria della casa di abitazione;
  • gravi malattie del richiedente o di un familiare;
  • cambio di residenza;
  • acquisto di un’auto;
  • mutuo in corso per l’acquisto della prima casa;
  • cure odontoiatriche del richiedente o di un familiare a carico;
  • morte di un familiare;
  • frequenza di corsi universitari da parte del richiedente o di un figlio.

È possibile inoltre ottenere prestiti Inpdap per insegnanti anche per sostenere le spese derivanti da eventi straordinari.

Condizioni dei finanziamenti Enam Inps online

Dopo aver definito quali sono le condizioni dei prestiti Inpdap insegnanti, passiamo alle condizioni di rimborso. La somma massima finanziabile viene definita in base all’entità del reddito mensile percepito dal richiedente. Non è possibile ottenere oltre due mensilità di stipendio in godimento, comprensivo degli assegni a carattere fisso e continuativo.

I finanziamenti vengono rimborsati con un piano di ammortamento che si estende per 2 anni. Le rate di ammortamento hanno cadenza mensile, il beneficiario deve quindi far fronte a 24 pagamenti di importo costante.

Per quanto attiene il tasso di interesse, è previsto un Tan pari all’1,50% dell’importo lordo del finanziamento. Oltre al tasso il beneficiario del finanziamento deve far fronte anche ad altre voci di spesa. Dall’importo lordo del prestito è infatti decurtata una somma pari all’1% per il pagamento delle spese di amministrazione e del fondo di garanzia.

Ricordiamo infine che gli insegnanti che hanno scelto di aderire al Fondo credito Inps ex Inpdap (Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali) possono richiedere anche i prestiti ex Inpdap.

PrestitiPersonali.com: notizie correlate

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *