Prestiti partecipativi

Cosa sono i prestiti partecipativi: guida per orientarsi nel mercato

Informarsi su cosa sono i prestiti partecipativi è molto importante per le imprese. Si tratta infatti di formule creditizie finalizzate a contribuire ai progetti delle piccole e medie imprese.

Struttura del prestito partecipativo: informazioni tecniche

Cosa sono i prestiti partecipativi? Prodotti di media o lunga durata che vengono erogati alle piccole e medie imprese.

Si tratta di prestiti personali ad alto livello di rischio, che presuppone l’intervento di tre soggetti, ossia la banca, l’azienda e i soci coobbligati.

La peculiarità dei prestiti partecipativi è però un’altra e riguarda le modalità di rimborso, che sono in parte commisurate ai risultati economici raggiunti dall’azienda che ha richiesto il prestito.

Quanto dura un prestito partecipativo?

Continuiamo a parlare di cosa sono i prestiti partecipativi ricordando che si tratta di finanziamenti che possono durare dai 5 ai 10 anni.

Il piano di ammortamento di questi prodotti si può articolare in rate a cadenza trimestrale o semestrale.

In alcuni casi è possibile ricorrere anche a un piano di preammortamento, la cui durata può andare da 1 a 3 anni.

I prestiti partecipativi possono essere di due tipi: le finanziarie e le equity. Nel primo caso si inquadra un piano di rimborso di natura subordinata e a base rateale.

Nel secondo, invece, l’istituto finanziatore partecipa al capitale dell’impresa.

Equity: specificità da conoscere

Quando si discute di cosa sono i prestiti partecipativi è importante soffermarsi sulle peculiarità della formula equity, che si configura come una soluzione particolare in quanto l’istituto di credito finanziatore partecipa al rischio dell’impresa.

Diventa quindi a tutti gli effetti come un socio dell’azienda. Il prestito partecipativo in questo caso è una sorta di anticipazione del capitale di rischio, che consente ai soci di distribuire a livello temporale l’onere economico.

Un altro vantaggio innegabile riguarda la possibilità di ottenere da subito le sostanze economiche necessarie al progetto dell’impresa.

Il rimborso del prestito partecipativo: ecco cosa sapere

Concludiamo questa guida dedicata a cosa sono i prestiti partecipativi parlando del rimborso. La quota capitale del prestito deve essere rimborsata dall’impresa.

L’importo in questione, come sopra specificato, viene calcolato sulla base del capitale sociale, tenendo comunque conto del percorso di ammortamento rateale.

Il pagamento degli interessi, che si configura a tutti gli effetti come remunerazione, viene stabilito al momento della definizione dell’accordo.

A questo punto non resta che specificare come si richiede un prestito partecipativo. Le aziende che sono interessate a questo prodotto devono contattare l’istituto di credito presentando il bilancio degli ultimi due esercizi, il certificato d’iscrizione alla locale Camera di Commercio, l’elenco di tutti gli affidamenti bancari, il programma dettagliato previsto per l’attività.

Fondamentale ai fini dell’erogazione è anche il versamento dell’acconto per le spese d’istruttoria e la presentazione delle previsioni di conto economico in seguito alla realizzazione delle varie attività.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.