Informazioni

Offerta Prestiti Inpdap per Ristrutturazione Casa, Manutenzione e Restauro


Eseguire opere di ristrutturazione sull’abitazione significa migliorare la propria quotidianità e la valutazione in termini immobiliari. Si tratta però di una scelta impegnativa dal punto di vista economico. Per questo è utile richiedere un finanziamento, ma quale scegliere? Oggi vedremo perché stipulare i prestiti Inpdap per ristrutturazione casa, proposta tra le più vantaggiose.

Prestiti ristrutturazione casa per dipendenti e pensionati pubblici

Prima di vederne in dettaglio le caratteristiche è necessario chiarire che i prestiti Inpdap per ristrutturazione casa costituiscono una declinazione dei Prestiti pluriennali diretti. Sono finanziamenti Inps della Gestione dipendenti pubblici contraddistinti da un piano di rimborso su cessione del quinto.

La rata è quindi soggetta a un limite fondamentale: non deve essere superiore al 20% dello stipendio oppure della pensione, in base al profilo esaminato. I Pluriennali prevedono numerose finalità.

Ed è nell’insieme degli utilizzi che rileviamo la “manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo, ristrutturazione”. In relazione a questo impiego la somma massima prevista corrisponde a 100mila euro, stiamo parlando dell’importo lordo.

Per quanto riguarda i documenti da presentare alla richiesta troviamo:

  • documento che attesti la proprietà o la nuda proprietà.
  • dichiarazione del direttore dei lavori attestante i lavori in corso.
  • computo metrico estimativo fornito da iscritti agli albi professionali o da imprese edili su carta intestata.
  • segnalazione certificata di inizio attività, denuncia di inizio lavori o permesso di costruire, se previsti.
  • autocertificazione dello stato di famiglia.

Cessione del quinto Inpdap in dieci anni al 3,50%

Molto importante è la valutazione del tasso di interesse. Rileviamo un TAN fisso corrispondente al 3,50%.

Non va comunque sottostimato il ruolo giocato dalle spese. Ci sono da tenere in considerazione due fattori, ovvero i costi per gli aspetti amministrativi (0,50%) nonché il premio pertinente il fondo rischi.

Il piano di rimborso dei prestiti Inpdap per ristrutturazione casa va a determinarsi nell’arco di dieci anni, 120 rate mensili.

Requisiti dei Prestiti pluriennali Inpdap

Sono inoltre da valutare i requisiti che regolano la possibilità di conseguire i prestiti Inpdap per ristrutturazione casa. Il pubblico di riferimento è rappresentato da dipendenti e pensionati pubblici iscritti alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali.

L’Inps prevede un contratto lavorativo a tempo indeterminato, quattro anni di anzianità di servizio e altrettanti di contributi versati alla Gestione.

Per gli assunti a tempo determinato è invece necessario rispettare un altro profilo:

  • un contratto di almeno tre anni.
  • contratto attivo durante tutto il periodo di restituzione del prestito.
  • il trattamento di fine rapporto va conferito come garanzia di rimborso.
Informazioni
Tutti i vantaggi dei prestiti personali Poste Italiane. Condizioni e promozioni in corso
Informazioni
Prestiti Forzosi
Informazioni
Cosa sapere sull’offerta carta revolving Compass