Prestiti INPS per cure mediche: importi e tasse

Come ottenere un prestito Inpdap per spese mediche

Dipendenti e pensionati pubblici che si trovano a dover affrontare spese improvvise o importante hanno la possibilità di sfruttare prestiti e mutui Inpdap. Prodotti agevolati dedicati agli iscritti alla Gestione ex Inpdap dell’Inps, che vengono concessi per diverse finalità. Tra questi ricordiamo i prestiti Inps per cure mediche.

La prima cosa da chiarire quando si parla di prestiti Inps per cure mediche è che non esiste un prodotto specifico dedicato alle spese mediche. Vi sono però due finanziamenti, che si adattano a questo utilizzo: piccoli prestiti e prestiti pluriennali.

Piccoli prestiti Inpdap Inps 2018

I piccoli prestiti possono essere richiesti per qualunque motivazione, senza dover specificare in sede di domanda la finalità. Ragione per cui si può tranquillamente presentare domanda per affrontare spese mediche o chirurgiche.

Caratterizzati da un Tan fisso al 4,25%, i piccoli prestiti possono durare 12, 24, 36 o 48 mesi. La somma erogabile viene definita in sede di domanda, sulla base del reddito percepito dal richiedente e della durata dell’ammortamento.

Per ogni anno di durata del prestito infatti è possibile ottenere una somma pari a una mensilità di stipendio o pensione percepita del richiedente. Importo che cresce a due mensilità per ogni anno, se il richiedente non ha in corso trattenute su stipendio o pensione.

Complessivamente quindi è possibile ottenere fino a otto mensilità di pensione o stipendio. Il tasso di interesse rimane invariato. Lo stesso vale per le spese di amministrazione, pari allo 0,5% dell’importo lordo del prestito.

Previsto anche il pagamento di un premio per il Fondo Rischi, definito in base all’età del richiedente e alla durata dell’ammortamento.

Prestito Inpdap pluriennale per spese mediche

I prestiti pluriennali invece sono concessi dall’Inps per specifiche necessità, che devono rientrare tra quelle previste dal Regolamento Prestiti Inps, disponibile sul sito ufficiale dell’Inps.

Tra queste troviamo le spese mediche, finalità per cui è possibile ottenere somme anche elevate. L’importo finanziabile viene definito in sede di domanda, in base al reddito percepito dal richiedente. Il rimborso avviene con un piano di ammortamento che si estende per 5 anni. Il tasso di interesse è fisso e pari al 3,5%. Anche in questo caso sono presenti le spese amministrative e il premio per il Fondo Rischi.

PrestitiPersonali.com: notizie correlate

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *