Condizioni dei prestiti Pitagora cessione del quinto e delega, l’offerta 2018

Cessione del quinto e delega di pagamento Pitagora

Sin dalla sua fondazione, Pitagora Spa ha rappresentato un punto di riferimento per la concessione di prestiti alle famiglie. Prodotti rivolti a chi ha bisogno di liquidità per far fronte a piccole e grandi spese che rientrano tra le necessità della vita quotidiana. Presente su tutto il territorio nazionale, l’istituto di credito e garantisce non solo la concessione di prestiti Pitagora, ma anche un adeguato supporto ai clienti.

L’offerta prestiti Pitagora si basa principalmente sulla cessione del quinto dello stipendio. Tuttavia sono presenti anche prodotti sotto forma di delegazione di pagamento e cessione del quinto.

Nello specifico, la cessione del quinto prevede una rata mensile decurtata direttamente dalla pensione o dallo stipendio del beneficiario. Come suggerisce il nome, la cessione del quinto non può eccedere la quinta parte (20%) di stipendio o pensione netta.

Ricorrendo ai prestiti Pitagora su cessione del quinto è possibile ottenere fino a 60 mila euro. Denaro che deve essere rimborsato con un piano di ammortamento compreso tra i 24 e i 120 mesi (10 anni).

Chi ha già in corso una cessione del quinto ma ha comunque necessità di liquidità può ricorrere alla delegazione di pagamento. In questo modo sarà possibile cedere un ulteriore quinto dello stipendio e ottenere così ulteriori risorse.

Condizioni e tassi 2018

L’offerta prestiti Pitagora si rivolge a soggetti afferenti sia al settore privato che al mondo della pubblica amministrazione. In questo secondo caso però sono presenti delle convenzioni che garantiscono l’applicazione di tassi di interesse migliori.

Per fare un esempio, poniamo che una lavoratrice pubblica di 35 anni richieda un finanziamento su cessione del quinto da rimborsare in 10 anni. A fronte di una rata mensile pari a 195 euro viene concessa una somma pari a 17.825 euro. Tan e Taeg sono fissi rispettivamente al 5,55% e al 5,82%.

PrestitiPersonali.com: notizie correlate

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *