Prestito a protestati e cattivi pagatori: l’offerta IBL

Prestito a protestati: missione possibile? Quali sono le effettive possibilità?

La situazione del credito in Italia non è delle più rosee. Anzi, si parla ormai da qualche anno di credit crunch, condizione nella quale è difficile per famiglie e imprese ricevere finanziamenti. Questo vale per tutte le categorie, ma per una in particolare ancora di più: quella dei protestati e cattivi pagatori.

Al registro dei primi vengono iscritti coloro che tardano a pagare assegni o non portano a termine il rimborso dei finanziamenti bancari (per iniziativa del soggetto che doveva beneficiare del pagamento), mentre al registro dei secondi coloro che faticano a pagare le rate di un mutuo o di un finanziamento qualsiasi.

Il prestito a protestati e cattivi pagatori è comunque un’alternativa che alcune banche prendono in considerazione. Tra queste spicca IBL BANCA, che probabilmente offre alcune tra le condizioni migliori.

Prestito a protestati banca IBL BANCA: l’offerta di “rata bassotta”

Rata Bassotta è ascrivibile alla categoria “prestito a protestati e cattivi pagatori”. Si possono richiedere fino a 60.000 euro. La soglia minima, invece, corrisponde a 2.000 euro.

La caratteristica principale è che la possibilità molto ampia di personalizzazione. Si può decidere la durata, la velocità di erogazione e la rata. Il tasso è fisso, e piuttosto conveniente se confrontato con la media del mercato.

IBL BANCA richiede un contratto a tempo indeterminato o determinato. In questo secondo caso, la durata del contratto non deve essere inferiore al periodo previsto di ammortamento. Per maggiori informazioni vi invitiamo a visitare la pagina ufficiale di IBL BANCA.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.