Informazioni

Guida ai mutui zero spese istruttoria cosa sono e chi li concede


Cosa sono i mutui senza spese istruttoria e chi li concede

Quanti si trovano a valutare le varie offerte di mutui ipotecari devono tenere in considerazione le varie spese applicate ai finanziamenti. Tra queste troviamo le spese di istruttoria, oneri che possono impattare in modo sensibile nel costo complessivo del mutuo e rappresentare una discriminante per la scelta dell’utente. In alcuni casi tuttavia è possibile trovare mutui zero spese istruttoria.

Ma a quanto ammontano le spese di istruttoria? Solitamente hanno un importo compreso tra i 150 e i 300 euro. Si tratta di costi che sono legati alle fasi iniziali del finanziamento, durante le quali la banca mutuante si occupa di effettuare tutti gli accertamenti necessari per definirne la fattibilità.

Offerte mutuo senza spese iniziali Widiba

Come già accennato, alcuni istituti di credito concedono mutui zero spese istruttoria. Finanziamenti che non prevedono il pagamento di spese per l’istruttoria da parte del cliente. Si tratta però di prodotti piuttosto rari.

Generalmente infatti banche e finanziarie concedono mutui zero spese istruttoria nell’ambito di campagne promozionali. Iniziative che hanno lo scopo di acquisire nuovi clienti.

Fanno tuttavia eccezione i mutui concessi da Widiba. La nota banca online permette sempre di ottenere mutui ipotecari senza spese di istruttoria. Si tratta di prodotti completamente online e a costo zero.

La somma massima finanziabile è pari all’80% del valore immobiliare, con un limite massimo di 400 mila euro. Il piano di ammortamento può estendersi per un massimo di 30 anni. La banca si fa inoltre carico della polizza assicurativa contro incendio e scoppio. Sul sito ufficiale dell’istituto è presente un simulatore che permette di effettuare il calcolo della rata direttamente online.

Surroga mutuo senza spese

Quando si parla di mutui senza spese di istruttoria è necessario spendere qualche parola anche per i mutui surroga. Prodotti che permettono di trasferire il finanziamento in corso presso una nuova banca o società finanziaria.

In questo caso non solo il beneficiario non deve far fronte alle spese di istruttoria, ma non deve sostenere alcun costo. La normativa vigente prevede infatti la surroga del mutuo come un’operazione completamente gratuita per il beneficiario.

Questo in base a quanto definito dal Decreto Bersani del 2007, che regola le procedure previste per la portabilità dei mutui e ne garantisce la fattibilità e la gratuità per i contribuenti italiani.

Informazioni
Piccolo prestito Agos: come funziona e modalità di richiesta
News
Surroga Che Banca 2017: opzioni, tassi e simulazione calcolo
Informazioni
Prestiti per studenti: un’importante opportunità