Surroga Mutuo: novità 2017

Surroga mutuo 2017: cos’è e perché richiederla

La surroga mutuo, detta anche portabilità o surrogazione, è la pratica che consente di trasferire il mutuo dalla banca originaria a un altro istituto di credito, senza che il mutuatario debba sostenere alcuna spesa.

Regolamentata con la Legge 40/2007 (nota anche come Legge Bersani) e successivamente dalla Legge Finanziaria per il 2008, la surroga a differenza di quanto accade con la sostituzione del mutuo non prevede l’estinzione dell’ipoteca immobiliare posta a garanzia del finanziamento.




Perché la surroga sia valida infatti è necessaria la stipula di un nuovo contratto di mutuo ipotecario e la sottoscrizione di un atto attraverso il quale la vecchia banca cede il contratto del mutuatario all’istituto subentrante. In questo modo si trasferisce l’ipoteca che passa alla nuova banca.

Il nuovo istituto si incarica quindi di saldare il debito residuo vantato dalla banca originaria nei confronti del mutuatario. Il cliente si impegna invece a rimborsare il debito residuo alla banca che se ne è fatta carico, secondo le modalità di rimborso concordate.

Ma quali sono i vantaggi della surroga mutuo? Il principale vantaggio risiede nel fatto che cambiando banca è possibile ottenere migliori condizioni di rimborso. Il mutuatario che decide di surrogare il finanziamento può infatti conseguire un tasso di interesse migliore rispetto a quello applicato dalla banca precedente.

È possibile anche definire con il nuovo istituto un piano di ammortamento più sostenibile modificando importo e frequenza delle rate. La surroga inoltre non compromette gli eventuali benefici fiscali goduti dal cliente con il primo contratto di mutuo.

Tuttavia è necessario precisare che la surroga non consente di ottenere nuova liquidità. L’importo mutuato dalla nuova banca deve corrispondere esattamente al debito residuo del cliente nei confronti della banca originaria.

Come funziona e quando è possibile?

Quando è possibile surrogare il mutuo? La portabilità è possibile solo in presenza di determinate condizioni e requisiti, stabiliti dall’ex articolo 1202 del Codice Civile e dal DL 7/2007.

È necessario innanzitutto che il nuovo mutuo e il trasferimento dell’iscrizione ipotecaria risultino da un atto formale redatto da un notaio. Il nuovo contratto deve necessariamente indicare la destinazione della somma concessa dalla nuova banca.

Allo stesso modo la quietanza rilasciata dalla banca surrogata deve contenere anche la dichiarazione del mutuatario circa la provenienza della somma impiegata nel pagamento.




Nel caso in cui il vecchio contratto di mutuo contenga delle clausole che limitano o escludono la surroga, o prevedono costi in caso di portabilità, queste sono da ritenersi nulle. Il contratto tuttavia rimane valido.

Come presentare la domanda

Come ottenere la surroga mutuo? Il mutuatario interessato a surrogare il finanziamento deve recarsi direttamente presso una filiale della banca selezionata e presentare una domanda di mutuo in forma scritta.

Una volta avviato il processo di trasferimento del finanziamento, la nuova banca informa l’istituto precedente della volontà del mutuatario e richiede l’entità del debito residuo del mutuo, che nel nuovo contratto diventerà il capitale erogato.

Ricordiamo inoltre che la banca di partenza non può opporsi in alcun modo alla surrogazione del mutuo, né far pagare al cliente penali di estinzione anticipata o costi aggiuntivi legati al trasferimento. Tuttavia la banca può proporre al cliente una rinegoziazione del mutuo.

Per poter stipulare un contratto di surroga mutuo sono necessari i seguenti documenti:

  • copia autentica dell’atto del vecchio mutuo
  • copia della nota di iscrizione dell’ipoteca
  • conteggio dell’ammontare del debito residuo, calcolato al giorno in cui effettivamente avviene la surroga
  • fotocopia del documento di identità e del codice fiscale dell’intestatario del mutuo e dell’eventuale garante
  • certificato di stato civile/ atto di matrimonio rilasciato dal Comune in cui si è celebrata l’unione



Nel caso in cui l’immobile sia stato ricevuto per successione, il mutuatario deve produrre anche una copia della dichiarazione effettuata dagli eredi.

Prestiti online

Surroga o portabilità del mutuo: in cosa consiste e chi può richiederla

La surroga o portabilità del mutuo è una fattispecie che permette di trasferire il finanziamento da un istituto di credito a un altro. Introdotta con il varo della Legge 40 firmata da Bersani nel 2007, non prevede spese per il…

0 Comments / 1 View / marzo 6, 2017

differenza tra surroga e sostituzione mutuo

Differenza tra surroga e sostituzione mutuo: pro e contro di ciascuna opzione

Chiarire le idee in merito alla differenza tra surroga e sostituzione mutuo è importante. Capita infatti di trovarsi in difficoltà nel rimborso delle rate. In questi casi è possibile ricorrere a diverse soluzioni. Prima di capire quale sia la più…

0 Comments / 1 View / febbraio 22, 2017

come acquistare casa

Come acquistare casa: guida per gli aspiranti mutuatari

La firma del contratto di mutuo è un passo importantissimo. Prima però bisogna capire come acquistare casa e delineare tutti i passi a partire dalla scelta dell’istituto di credito di riferimento. Acquisto della casa: cos’è il rogito Quando si parla…

0 Comments / 0 View / febbraio 22, 2017

risparmiare sul mutuo

Risparmiare sul mutuo 2017: i consigli da non perdere

Risparmiare sul mutuo è il sogno di qualsiasi cliente. Come realizzarlo? Tenendo conto di alcuni semplici consigli. Il primo consiste nel chiarire la differenza tra TAN e TAEG. Con la prima sigla si intende l’interesse puro. Con la seconda, invece,…

0 Comments / 0 View / febbraio 17, 2017

mutui 2017

Mutui 2017: meglio a tasso fisso o variabile? Gli scenari previsti dagli esperti

Per i mutui 2017 è meglio il tasso fisso o quello variabile? Per chi si fa questa domanda potrebbe arrivare una sorpresa dalle previsioni degli esperti. Secondo un’analisi effettuata da Mutui.it e Facile.it, il 2017 potrebbe essere l’anno perfetto per…

0 Comments / 42 View / febbraio 13, 2017

surroga che banca

Surroga Che Banca 2017: opzioni, tassi e simulazione calcolo

Con la surroga Che Banca è possibile concretizzare un interessante risparmio sulla rata del mutuo trasferendolo da un altro istituto di credito. Come previsto dalla Legge 40/2007, quest’opportunità è a costo zero per il mutuatario. Surroga con CheBanca: come calcolare…

0 Comments / 0 View / febbraio 13, 2017

Mutuo quanto tempo ci vuole

Mutuo quanto tempo ci vuole: tutte le informazioni

Documentarsi su mutuo quanto tempo ci vuole è molto importante. Avendo le idee chiare in merito è infatti possibile evitare di completare il compromesso di richiesta per poi vedersi rifiutare il finanziamento. Tempistiche per il mutuo: specifiche tecniche fondamentali Quando…

0 Comments / 8 View / luglio 14, 2016

mutui rinegoziazione

Mutui rinegoziazione: la guida per risparmiare

Mutui rinegoziazione: di cosa si tratta e come funziona? Con il QE e le politiche mirate della BCE negli ultimi anni è aumentata l’erogazione di mutui. Nonostante questo clima positivo, che segna un miglioramento rispetto alle condizioni del 2008 e…

0 Comments / 0 View / luglio 7, 2016

Mutui senza ipoteca

Mutui senza ipoteca: ecco come funzionano

Esistono i mutui senza ipoteca? Questa domanda fa parte degli interrogativi di chi vuole acquistare casa e si informa sulle modalità migliori per accedere al credito. Ipoteca: di cosa si tratta? Prima di entrare nel vivo delle caratteristiche dei mutui…

0 Comments / 50 View / luglio 7, 2016

mutui tasso variabile con cap

Mutui tasso variabile con CAP: ecco come funzionano

Quando ci si documenta sui piani migliori per acquistare casa si sente spesso parlare di mutui tasso variabile con CAP (dall’inglese capped rate). Quali sono le caratteristiche di questi prodotti che permettono di usufruire dei vantaggi del tasso ma anche…

0 Comments / 0 View / giugno 24, 2016