Condizioni e vantaggi del prestito pluriennale diretto Inps Inpdap

Mini guida al prestito pluriennale diretto Inpdap

Il prestito pluriennale diretto Inps è una forma di finanziamento agevolato concesso dalla Gestione ex Inpdap dell’Inps in favore di dipendenti e pensionati pubblici. Si tratta di un finanziamento pensato per aiutare quanti si trovano a dover affrontare spese importanti, come l’acquisto della prima casa di un’auto.

A differenza di quanto accade con il piccolo prestito, il prestito pluriennale Inps ex Inpdap viene concesso solo per specifiche motivazioni. La finalità del finanziamento deve infatti rientrare tra quelle previste dal Regolamento Prestiti Inps.

Il Regolamento è l’insieme delle norme che stabiliscono le condizioni per la concessione e il rimborso dei prestiti diretti Inps ex Inpdap, si piccoli che pluriennali. Nel caso dei prestiti pluriennali, vi sono per alcune delle finalità anche dei limiti di importo.

In merito alla durata, sempre del prestito pluriennale diretto Inps Inpdap, questa può essere di 5 o 10 anni. Il tasso di interesse è fisso al3,5% e le rate hanno cadenza mensile.

Da considerare, oltre al Tan, anche le spese di amministrazione e il premio per il Fondo Rischi Inps. Le prime sono calcolate con l’applicazione di un’aliquota dello 0,5% mentre il valore del premio dipende da un’aliquota variabile in base alla durata del finanziamento e all’età del richiedente.

Quando vengono concessi i prestiti pluriennali

Ma quali sono le finalità per cui è possibile richiedere un prestito pluriennale diretto Inps? L’elenco completo delle finalità è presente all’interno del Regolamento Presiti Inps, che può essere consultato sul sito inps.it. Per consultarlo è necessario visitare la pagina informativadel sito dedicata ai prestiti pluriennali diretti. Il regolamento è presente in allegato, in formato Pdf.

Riportiamo di seguito alcune delle principali motivazioni per cui è possibile richiedere il finanziamento.

  • Trasloco per esigenze lavorative o familiari;
  • Morte di familiari;
  • Malattia del richiedente;
  • Matrimonio del richiedente o del figlio;
  • Acquisto della prima casa;
  • Costruzione della prima casa;
  • Riduzione o estinzione anticipata di un mutuo ipotecario stipulato dal richiedente o dal coniuge.

Chi può richiederli e come presentare domanda

In merito ai requisiti da rispettare, possono ottenere i prestiti pluriennali diretti solo i dipendenti e pensionati pubblici iscritti ad un apposito fondo credito, la Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali (Fondo Credito).

Sono inoltre richiesti almeno quattro anni di anzianità di servizio validi ai fini della pensione e quattro anni di contributi versati presso la suddetta Gestione.

La domanda di finanziamento va trasmessa per via telematizzata, utilizzando i servizi messi a disposizione dall’Inps. I dipendenti pubblici inviano la richiesta per il tramite dell’Amministrazione di appartenenza, mentre i pensionati possono trasmetterla autonomamente avvalendosi dell’apposito servizio online.

PrestitiPersonali.com: notizie correlate

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *