Troppi prestiti come fare per gestirli? Scopri il consolidamento debiti

maggio 27, 2017

Come riunire i vari prestiti con il consolidamento debiti

Sono frequenti le situazioni di chi si chiede troppi prestiti come fare. Quando si hanno in corso numerosi finanziamenti è infatti naturale trovarsi in difficoltà, in quanto sono diversi gli interlocutori a cui rivolgersi per il rimborso.

Uscire da questa situazione è però possibile grazie a un prodotto ad hoc, ossia il prestito per consolidamento debiti, che consente di accorpare più finanziamenti in uno solo.

Chi si chiede troppi prestiti come fare può trovare nel consolidamento debiti una soluzione perfetta per i suoi problemi. Tuttavia non è semplice scegliere e di trovare il prodotto più adatto alle proprie esigenze. I prestiti per consolidamento debiti vengono messi a disposizione da tantissime realtà e per trovare quello migliore non resta che passare in rassegna un po’ di alternative.

Come funziona il consolidamento debiti

Nonostante le varie offerte presenti nel mercato è comunque possibile tracciare le caratteristiche generali dei prestiti per consolidamento debiti, la principale è rappresentata dal fatto che sono concessi per riunire in un solo finanziamento i diversi prestiti contratti. In questo modo è possibile quindi rimborsare vari debiti con una sola rata. Da considerare anche la possibilità di ricevere nuova liquidità.

Per quanto riguarda la procedura di istruttoria, i tempi possono risultare anche piuttosto lunghi poiché per la valutazione della fattibilità sono necessari tutti documenti relativi al conteggio estintivo dei finanziamenti che si desiderano consolidare.

Tuttavia questo non deve scoraggiare. È possibile infatti richiedere i conteggi estintivi anche per il tramite dell’istituto di credito presso cui si desidera accendere il prestito per consolidamento debiti. Sarà questo quindi a contattare le varie banche o finanziarie presso cui il richiedente ha in corso i prestiti, richiedendo il conteggio estintivo.

Le garanzie

In linea di massima per ottenere un finanziamento per consolidamento debiti non è necessario presentare alcuna garanzia reale, come ad esempio diritti di ipoteca o di pegno su immobili o altri di proprietà. Risulta quindi sufficiente la presenza di un reddito fisso dimostrabile.

Tuttavia nel caso in cui il reddito del soggetto richiedente non sia sufficiente a garantire il rimborso del prestito, questi dovrà presentare garanzie aggiuntive. Una delle più frequenti è rappresentata dalla firma di un garante, ossia di un soggetto terzo che si impegna a garantire il rimborso del prestito in caso di inadempimento da parte del beneficiario.

Come trovare l’offerta più vantaggiosa

Quando ci si trova a dover valutare le varie proposte di prestiti per consolidamento debiti è necessario prendere in considerazione diversi preventivi e confrontare il Taeg. Si tratta del valore che indica, in percentuale, il costo complessivo del finanziamento.

Espresso su base annua, infatti, il Taeg (Tasso Annuo Effettivo Globale) comprende non solo i costi legati al Tan ovvero al tasso d’interesse puro, ma anche quelli relativi alle spese assicurative, di istruttoria e agli eventuali oneri accessori.

È necessario tuttavia precisare che la normativa italiana consente una certa discrezionalità alle banche che possono scegliere di escludere o includere alcune voci nel calcolo del Taeg. Un esempio è rappresentato dalle spese assicurative, se facoltative.

L’offerta di Agos

Tra le soluzioni al dilemma troppi prestiti come fare c’è il consolidamento debiti di Agos. Questa società finanziaria ha infatti tra i suoi prodotti anche quello che consente di accorpare un determinato numero di finanziamenti in un’unica rata di rimborso.

Grazie al vantaggio della firma digitale è possibile procedere con la richiesta direttamente online, caricando sul sito della finanziaria i documenti di reddito e quelli d’identità.

Ma come funziona di preciso il prestito con consolidamento debiti di Agos? Per capirlo prendiamo come esempio un finanziamento di 10.000€ da rimborsare in 120 mesi.

In questo caso a carico del beneficiario del prestito ci sarebbe una rata mensile di 128,70€, con TAN fisso e TAEG pari rispettivamente all’8,91 e al 10,26%.

Consolidamento debiti con Poste Italiane

Un’altra soluzione al problema di chi si chiede troppi prestiti come fare è il prestito BancoPosta Consolidamento.

Come funziona? Per capirlo ricordiamo prima di tutto che permette di richiedere dai 3.000 ai 50.000€. Il piano di ammortamento, invece, può andare dai 36 ai 96 mesi.

I requisiti

Concludiamo questa guida dedicata a troppi prestiti come fare entrando nel vivo dei requisiti per l’accesso al prestito BancoPosta consolidamento.

I clienti interessati ad accorpare diversi finanziamenti in un’unica rata grazie a questo prodotto devono presentarsi presso qualsiasi ufficio postale sul territorio italiano muniti di carta d’identità, tesserino del codice fiscale, documento di reddito.

Da non dimenticare sono anche i conteggi estintivi dei finanziamenti che si intende accorpare in un unico prestito. In alcuni casi è possibile che la realtà creditizia richieda garanzie aggiuntive.

Ricordiamo che il prestito, a prescindere dalla cifra richiesta, viene erogato in un’unica soluzione sul conto corrente BancoPosta espressamente indicato dal cliente al momento della sottoscrizione del contratto.

Il cliente può anche scegliere se proteggere il prestito con un’assicurazione proposta dal gruppo.

  

Prestiti Online: ultime notizie

Differenza tra mutuo prestito e finanziamento. Ecco cosa cambia Come distinguere finanziamenti, prestiti e mutui Quando si parla di finanziamenti è importante avere ben chiaro di cosa stiamo parlando. Data la varietà di offerte presenti attualmente sul mercato infatti è facile fare confusione. Vediamo quindi di chiarire qual è la differenza tra mutuo prestito e finanziamento.Iniziamo con la differenza solitamente ritenuta più sottile, ossia quella tra prestito e finanziamento. Due nomi che nel linguaggio comune sono spesso utilizzati come sinonimi, ma c...
Come avere prestiti personali senza busta paga e garante Prestiti senza busta paga né garante 2017 La crisi ha prodotto due fenomeni che hanno riscritto i mercati finanziari, da una parte si sono ridotte le garanzie che possono esibire i clienti, dall’altra sono aumentate le richieste di accesso al credito. Per questo banche e finanziarie hanno riscritto la propria offerta, assicurando soluzioni fino a qualche anno fa impensabili, tra cui appunto i prestiti personali senza busta paga e garante.Prima di parlare delle varie soluzioni di accesso al ...
Sono sicuri i prestiti tra privati? Le risposte che stai cercando Cosa sapere dei prestiti tra privati Sono sicuri i prestiti tra privati? Una domanda che si pongono i tanti che con l’avvento del social lending hanno pensato di ricorrere a questa soluzione. La risposta è sì, a condizione però di rivolgersi a società che hanno ricevuto dalla Banca d’Italia l’autorizzazione ad operare in Italia.Quello che i prestiti fra privati sono prodotti poco affidabili è un mito da sfatare. I prestiti concessi dalle società di social lending sono sicuri quanto quelli c...
Troppi prestiti come fare