Consolidamento Debiti

La richiesta di prestiti personali o finalizzati è sempre più diffusa. Non sono rari i casi di persone che si trovano con più finanziamenti in corso e con difficoltà a gestirli tutti. In questi casi è possibile fare riferimento al consolidamento debiti.

Cos’è il consolidamento debiti?

Dal punto di vista prettamente tecnico il consolidamento debiti è un prodotto finanziario che permette di accorpare in un’unica rata mensile i pagamenti relativi a diversi finanziamenti.




A livello concreto si tratta di un prestito che viene sottoscritto con l’obiettivo di pagare altri prestiti.

Le regole del consolidamento debiti

Il consolidamento debiti è un prodotto finanziario che risponde a determinate regole. Quali sono? Ricordiamo per esempio che si tratta di un prestito strutturato, il cui ammontare non può superare i 30.000€.

Per quanto riguarda invece il piano di ammortamento, è bene sottolineare che la durata massima corrisponde a 120 mesi. I soggetti che chiedono l’accesso al consolidamento debiti hanno spesso più finanziamenti in corso presso diversi istituti di credito o società finanziarie.

La scelta del prodotto in questione consente di semplificare notevolmente il quadro, con un finanziamento complessivo che fa riferimento a un’unica realtà creditizia.

Quando è vantaggioso?

Quando si hanno più finanziamenti in corso, come già ricordato, si incontrano spesso difficoltà. Prima di procedere alla richiesta di accesso a un prestito per consolidamento debiti è però opportuno farsi alcune domande. Quali? Vediamole assieme:

  • I finanziamenti in corso sono troppo lunghi? Questa domanda è importante in quanto il consolidamento debiti diventa vantaggioso se si hanno a carico finanziamenti di breve durata.
  • Quanto durerebbe il consolidamento debiti? Si tende in generale a richiedere il consolidamento debiti quando tale prodotto permette di usufruire di un piano di ammortamento superiore agli 8 anni.
  • A quanto corrisponde il tasso? Il consolidamento debiti viene considerato come scelta vantaggiosa se il tasso d’interesse risulta simile o inferiore a quello medio dei debiti da estinguere.

I lati critici del consolidamento debiti

Prima di richiedere l’accesso a un prestito per consolidamento debiti è bene ricordare che tale opzione presenta anche dei lati critici. Quali sono? Il solo fatto di richiedere il prestito, che può rendere il profilo creditizio del soggetto che presenta l’istanza non perfetto per istituto di credito e società finanziarie, che possono preferire clienti che hanno alle spalle una storia di finanziamenti rimborsati regolarmente.




Quali alternative?

Richiedere un prestito per consolidamento debiti significa avere la possibilità di fare riferimento a diversi prodotti. Ecco quali.

  • Prestito personale: questa alternativa è molto rischiosa per l’istituto di credito o la società finanziaria che eroga il finanziamento, dal momento che è priva di garanzie reali. Per questo motivo le richieste vengono accettate con molta prudenza e l’accesso al credito è riservato solo a clienti che hanno qualche rapporto virtuoso con la realtà (per esempio ai titolari di una carta prepagata).
  • Mutuo per consolidamento: si tratta di un prodotto che prevede l’iscrizione di un’ipoteca su un immobile e che per questo motivo consente ai clienti di accedere a cifre anche importanti, spesso superiori ai 50.000€.
  • Cessione del quinto: scegliere il consolidamento debiti tramite cessione del quinto dello stipendio o del trattamento pensionistico significa optare per un prodotto estremamente vantaggioso, sia per il tasso contenuto sia per la facilità di rimborso della cifra. In caso di cessione del quinto con lo stipendio è necessaria un’anzianità di servizio superiore ai 3 anni.

Consigli finali

Abbiamo elencato le principali caratteristiche tecniche del prestito per consolidamento debiti. Non ci resta che concludere con qualche consiglio pratico finale, ricordando per esempio l’importanza di presentarsi presso la realtà creditizia a cui si ha intenzione di richiedere il finanziamento con tutti i conteggi estintivi dei finanziamenti in corso.

Anche se il consolidamento debiti può essere richiesto anche sotto forma di prestito personale, è caldamente consigliata la presentazione di garanzie accessorie, come per esempio la firma di un terzo soggetto garante – di solito un parente – e la canalizzazione delle buste paga sulla realtà creditizia scelta.

Ultimo ma comunque rilevante consiglio consiste nel sommare le rate dei finanziamenti residui e di chiedere una cifra inferiore al suddetto risultato.

Prestiti per consolidamento debiti: l’offerta di prestitionline

Avete accumulato troppi debiti e nono riuscite a sostenere il pagamento della varie rate mensili? Cercate un finanziamento per consolidamento debiti che vi permetta di rimborsare tutto con un’unica soluzione mensile? Presitionline offre prestiti per consolidamento debiti a tassi agevolati a tutti i lavoratori dipendenti assunti da almeno 4 mesi con contratto a tempo indeterminato e pensionati e un’età non superiore agli 86 anni.

Tan e Taeg minimi sono rispettivamente del 4,25% e 8,90% e non è richiesta la firma di un garante. Alla domanda di finanziamento vanno allegati la carta d’identità, il codice fiscale, ultima busta paga o cedolino pensione e modello CUD. I cittadini extracomunitari devono aggiungere a questi documenti il permesso di soggiorno riportante la prima data di ingresso in Italia, o la domanda di rinnovo del permesso.

Quali le condizioni applicate al finanziamento?

Il paino di ammortamento è a tasso fisso e può estendersi fino a 10 anni. Il prestito è accessibile anche ai soggetti segnalati come cattivi pagatori e pignorati. Il finanziamento può essere estinto in qualunque momento e il calcolo del debito residuo dei diversi prestiti è interamente a carico della finanziaria.




Ricordiamo infine che sottoscrivendo questo tipo di finanziamento è possibile risanare i debiti residui accumulati con prestiti personali, pignoramenti, carte revolving e prestiti con delega.