Prestiti per Liquidità

Prestiti per liquidità: le caratteristiche

I prestiti personali per liquidità sono una forma di finanziamento in grande ascesa. A giocare a loro favore, la capacità di rispondere a una necessità sempre più impellente: la copertura di spese urgenti. La crisi economica, infatti, ha posto in essere situazioni caratterizzate da una crescente difficoltà per i contribuenti nel reagire a voci di spesa improvvise, come il pagamento di un tributo troppo esoso o, molto banalmente, una spesa medica o il conto dal dentista.

La caratteristica del prestito personale, quindi, è la velocità. Vengono erogati generalmente, a fronte di una fase di istruttoria spesso molto sintetica. Di conseguenza, gli importi sono molto piccoli. Niente a che vedere con i mutui: si parla di poche migliaia di euro, al massimo di un paio di decine.

Le garanzie offerte in genere non sono stringenti, dunque si tratta di un finanziamento piuttosto accessibile. Anche perché – e questa è una caratteristica peculiare – non è richiesta la finalità di utilizzo, se si escludono alcune eccezioni.

Alcuni esempi possono aiutare a comprendere la reale convenienza dei prestiti personali per liquidità. Immaginiamo un prestito di 10.000 euro, da restituire in sette anni. Rataweb propone una rata di 158,87 euro; Fiditalia ne presenta una di 158,36 euro. Il tasso, in entrambi i casi, è variabile. Le varianti a tasso fisso, com’è logico che sia, sono più impegnative dal punto vista dei tassi applicati (fornendo però la garanzia di una rata costante).

Prestiti per liquidità ipotecari

Nel panorama, comunque molto composito, dei prestiti personali una menzione particolare va ai prestiti personali per liquidità ipotecari. La loro particolarità consiste nella necessità di apporre una garanzia ipotecaria. In estrema sintesi, si pone a protezione dell’investimento un immobile di proprietà.

Ciò è necessario dal momento che la liquidità corrisposta è in genere maggiore di quella dei prestiti personali tradizionali, e si avvicina molto al mutuo. Insomma, questa soluzione di accesso al credito è paragonabile a un mutuo ma (come da tradizione per i prestiti personali) non richiede una dichiarazione esplicita circa le finalità di spesa.

I prestiti personali per liquidità ipotecari, se da un lato offrono il vantaggio di un importo di gran lunga superiore, pongono in essere alcuni svantaggi. In primo luogo i tassi sono molto superiori alla media, e in genere fissi. Ciò accade perché, in verità, il rischio di insolvenza è sempre presente, anche a causa della mancata dichiarazione della finalità.

Un’altra caratteristica, che può essere considerata un pregio o un difetto a seconda dei punti di vista, ha a che fare con il rimborso. Le durate possono essere eccezionalmente lunghe, anche di 40 anni. Il minimo comunque è, in genere, dieci anni.

Prestiti on line veloci

I prestiti personali on line sono dei finanziamenti che vengono richiesti ed erogati direttamente tramite presentazione della documentazione utile ad ottenere la liquidità richiesta anche direttamente online. Prestiti personali utili spesso a fronteggiare una spesa imprevista o per acquisto di bene o servizio.

Sono realmente numerosi i clienti che preferiscono richiedere un prestito personale online, permettendo di cercare la migliore offerta di finanziamenti usufruendo di siti di comparazione utili a confrontare tra la vasta gamma di prodotto finanziari proposti.

Facile infatti ottenere un preventivo di prestito online, basterà che il cliente comodamente dalla propria postazione pc fornisca tutta la documentazione utile a ottenere il finanziamento richiesto.

Tramite compilazione di form e invio di documentazione richiesta è facile snellire l’intero aspetto burocratico in modo da velocizzare sia la richiesta ma soprattutto l’erogazione della liquidità, senza necessariamente doversi recare presso uno sportello bancario.

Svariati sono i siti di comparazione presenti sul web che permettono di visionare tutte le offerte di finanziamenti presenti nel panorama finanziario e scegliere così la soluzione a misura del cliente che ha necessità di accesso al credito in maniera semplice e soprattutto veloce.

Per richiedere un preventivo di prestito personale on line sarà necessario che il richiedente fornisca ogni documento utile, dal codice fiscale, alla storia lavorativa e soprattutto somma e durata del piano di ammortamento così per riuscire a trovare la soluzione più adeguata all’utente.

Inoltre per ottenere un finanziamento online diventa fondamentale che l’utente indichi la finalità del prestito, indicando non solo la cifra esatta utile all’utente ma soprattutto come verrà investita la liquidità richiesta.

Prima della sottoscrizione di qualsiasi finanziamento richiesto per scegliere tra le migliori offerte sarà necessario considerare anche le polizze accessorie assicurative che possono essere legate al contratto, per la richiesta di finanziamento in modo da garantire una maggiore sicurezza.

Prestiti personali on line esito immediato

Solo dopo aver inoltrato tutta la documentazione utile a ottenere il finanziamento richiesto sarà la stessa banca a provvedere ad inviare l’esito di fattibilità al cliente. Positività o negatività dell’esito dipenderà dallo storico del cliente, controllo che potrà essere effettuato dalla stessa banca presso la Centrale Rischi, per ottenere così ogni possibile informazione sul cliente che richiede un prestito.

Prestiti senza garanzie

Tra i piccoli prestiti personali on line è possibile ottenere il finanziamento anche se non a fronte della presentazione delle dovute garanzie utili ad accedere al credito.

Tra le principali tipologie di finanziamenti senza garanzie che vengono concessi tramite garanzie alternative non possiamo non citare i prestiti cambializzati.

Ovvero una tipologia di finanziamento che può essere richiesto anche da casalinghe o cattivi pagatori, per ottenere piccole cifre senza la garanzia di un fideiussore ma solo tramite rimborso attraverso cambiali mensili.

Negli ultimi anni soprattutto a causa della grave crisi economica sono aumentate notevolmente le richieste di finanziamenti utili a fronteggiare spese impreviste, sono numerosi i clienti che si rivolgono alla propria banca per richiedere più finanziamenti contemporaneamente, ma come è possibile richiedere prestiti con altri prestiti in corso?

Sono molti i dubbi sollevati dai clienti che stanno già versando le rate di un primo finanziamento sulla possibilità di riuscire ad ottenere la liquidità utile tramite una seconda richiesta di finanziamento, nonostante ci siano in corso ulteriori prestiti.

Troppo spesso la richiesta di un secondo finanziamento è dettata dalla necessità di maggiore liquidità, o esigenze di liquidità legate ad un nuovo fine.  Ma risulta realmente possibile richiedere prestiti con altri prestiti in corso?

Prestiti personali con altri prestiti in corso

La possibilità di ricevere il finanziamento richiesto dipenderà necessariamente dalla storia creditizia del richiedente, solo dopo un’attenta analisi della situazione finanziaria del debitore e della regolarità del versamento delle rate del piano di ammortamento possono portare la banca ad accettare o rifiutare la richiesta di credito.

Il primo punto fondamentale che comporta la negazione o meno del finanziamento riguarda il reddito del cliente, la presenza di un reddito dimostrabile sia come lavoratore dipendente, da pensione o da lavoro autonomo dovrà essere abbastanza elevato e comunque in grado di poter pagare tempestivamente le rate di entrambe i finanziamenti richiesti.

Il criterio utilizzato per definire quanto dovrebbe ammontare il reddito per riuscire ad ottenere un doppio finanziamento è lo stesso che viene utilizzato per ottenere l’erogazione già del primo prestito, ovvero ogni rata non potrà necessariamente superare il 20% – 25% dello stesso reddito.

Riuscire ad ottenere prestiti con altri prestiti in corso è possibile ma dipende esclusivamente dal rapporto tra il reddito di cui il cliente dispone e il cumulo delle rate da sostenere mensilmente, ma non per il numero di finanziamenti in corso.

Sicuramente una possibile segnalazione presso la Centrale Rischi potrebbe impedire al cliente di ottenere il finanziamento richiesto, in quanto un comportamento scorretto con insoluti o rate versate in ritardo fa sì che possa essere negato l’importo richiesto a maggior ragione per la richiesta di un secondo prestito.

Ecco perché al momento della richiesta di un secondo finanziamento oltre alla motivazione legata alla finalità del finanziamento sarà analizzata la storia creditizia del cliente, qualora ci siano state omissioni nei pagamenti pregressi o ritardi, prestando maggior attenzione soprattutto agli eventi più recenti.

La concessione o meno del finanziamento richiesto a prescindere dal rapporto calcolato tra la sostenibilità della rata e il reddito, dipenderà necessariamente dall’atteggiamento di assunzione del rischio applicato dalla banca o in base a determinati periodi ecco perché diventa fondamentale presentare la richiesta di numerosi preventivi anche on line per riuscire ad ottenere il prestito richiesto.

1 2 10