Prestiti personali a dipendenti statali

L’Inpdap riconosce la possibilità a tutti i dipendenti statali e pubblici di chiedere e ottenere un prestito a condizioni particolarmente vantaggiose. Ogni anno sono davvero tanti i dipendenti dei ministeri, i dipendenti delle varie forze armate e quelli delle varie forza di polizia a fare richiesta di un prestito Inpdap per statali.

Scendendo nel dettaglio, e assumendo un approccio più tecnico, si può affermare che all’interno della macrocategoria prestito Inpdap per statali rientrano almeno due soluzioni finanziarie differenti:

  1. il tradizionale prestito personale
  2. la cessione del quinto dello stipendio.



Il primo può essere rimborsato attraverso versamenti con bollettini postale o con prelievo diretto mediate Rid bancario, mentre la cessione del quinto prevede il rimborso con trattenute dirette sulla busta paga eseguite dall’Inpdap stessa.

La scelta della prima tipologia di prestito Inpdap per statali anzicchè la seconda, dipende unicamente dalle preferenze del dipendente statale nonchè dalla sua situazione creditizia e dalla sua esposizione complessiva.

Un dipendente ministeriale o un membro delle forze di polizia o un militare possono chiedere un prestito Inpdap fino a 120000 euro inoltrando apposita richiesta presso l’ufficio Inpdap competente.

Non è però detto che tassativamente la richiesta di un finanziamento implichi l’accettazione da parte dell’ufficio erogante.

Importi massimi erogabili per i prestiti inpdap

Ogni anno infatti l’Inpdap mette a disposizione un monte massimo per il prestito agli statali.

I dipendenti che fanno richiesta vengono quindi inclusi in una sorta di graduatoria, redatta sulla base di vari parametri.

Per richiedere un prestito Inpdap per statali è assolutamente necessario motivare la richiesta, pena il rigetto della pratica.

Si possono chiedere prestiti Inpdap per ristrutturare casa, comprare casa, eseguire piccoli lavori, sostenere spese mediche, comprare auto e altri mezzi di locomozione, andare in vacanza.




Regole molto rigide stabiliscono i tempi di rifinanziamento del prestito nonchè la possibilità di affiancare al prestito già in carico un nuovo finanziamento. Sotto questo punto di vista i prestiti Inpdap hanno regole più rigide dei prestiti erogati da banche e finanziarie.

Articoli

Abbassa gli interessi coi prestiti Inpdap per estinzione mutuo

/
Offerta Inps ex Inpdap prestiti per estinzione mutui ipotecari Grazie…

Come funziona la simulazione piccoli prestiti Inpdap

/
Il calcolo dei prestiti è una delle operazioni richieste più…

Come funziona il prestito Inpdap in caso di decesso o invalidità

/
Cosa succede al prestito Inpdap in caso di morte o invalidità I…

Prestiti agevolati con banche convenzionate Inpdap 2017

/
Come funzionano i prestiti Inpdap banche convenzionate Quando…

Come ottenere prestiti Inpdap per cure odontoiatriche 2018. Guida

/
Finanziamenti per cure dentistiche a condizioni agevolate Con…

Prestiti per Insegnanti

/
Molto spesso può succedere che un insegnante o, in senso più…

Tassi di interesse Prestiti INPS

/
I prestiti Inpdap sono tradizionalmente preferiti dai dipendenti…

Prestiti con cessione del quinto: a chi convengono e perché

/
Quando si sceglie di richiedere un prestito è necessario fare…

Prestiti dipendenti pubblici a tempo determinato e indeterminato

/
Prestiti personali dipendenti pubblici Da sempre i dipendenti…

Calcolo cessione del quinto dipendenti pubblici

/
La cessione del quinto è una formula di prestito molto vantaggiosa…